Per fortuna che c'è zio Ron

Grazie a Dio esiste Ron, che ci spiega tante belle cose; a partire da come rubare un intero progetto e fingere di non saperne nulla, semplicemente ignorando il contenuto di un centinaio di mail; sino alle nuove personali interpretazioni riguardo al comportamento in pista dei suoi piloti.
Ora, chiariamo un punto: Lewis Hamilton è un fenomeno e probabilmente vincerà mondiali a ripetizione negli anni a venire, con o senza Ron Dennis a guardargli le spalle, anzi senza ancora di più, e Kimi che se ne va a spasso per più di metà gara con uno scarico penzolante ricorda ancora a tutti quanto potere ha e continuerà ad avere per un bel pezzo la rossa in questo sport, ma da qui a dire che la tamponata rifilata sempre allo stesso biondino in corsia box in Canada non è stata un errore, o che sempre il buon Luis (in dialetto milanese) non ha tratto vantaggio dal taglio clamoroso in chicane a Magny Cours perché ormai oltre la macchina di Vettel, ce ne passa parecchia di acqua, olio e benzina.
Quindi? Quindi da queste interpretazioni un paio di suggerimenti:
1) da domani tamponate chi volete dal benzinaio, l'ANIA, su consulenza del nostro amico Ron, vi risarcirà di tasca propria anche se avete torto marcio.
2) se durante il GP d'Italia prossimo venturo vedrete una McLaren prendere la tangenziale per l'anello sopraelevato, non preoccupatevi, non ne trarrà vantaggio.

Nessun commento:

Powered by Blogger.