Schema di funzionamento

Ipotizzando un GP ogni due settimane, cosa peraltro piuttosto veritiera, ecco descritto l'algoritmo di funzionamento di un noto - nonché molto talentuoso - pilota di formula 1.

Lunedì prima settimana: riposo e silenzio.
Martedì prima settimana (sia in caso di vittoria che in caso di tamponamento al principale avversario in corsia box): "sono contento di quello che ho fatto per tutto il week end, siamo competitivi, la squadra sta dando il massimo e mai nessuno ci batterà."
Mercoledì e giovedì prima settimana: silenzio.
Venerdì prima settimana (sia in caso di vittoria che in caso di tamponamento al principale avversario in corsia box): "non sono favorito, la lotta per il campionato sarà aperta e incerta sino all'ultima gara."
Sabato e domenica: silenzio.
Lunedì seconda settimana: "non mi sento assolutamente sotto pressione, la squadra sta dando il massimo e mai nessuno ci batterà."
Martedì e mercoledì seconda settimana: riposo e silenzo.
Giovedì seconda settimana (giorno di conferenze stampa):"penso che la lotta per il campionato sarà apera e incerta sino all'ultima gara, anche su questa pista siamo competitivi, ma anche gli altri sono molto competitivi, insomma tutti siamo competitivi."
Venerdì seconda settimana (prima giornata di prove): "la macchina va molto bene la squadra sta dando il massimo e domenica nessuno ci batterà."
Sabato seconda settimana (giornata di prove ufficiali): "domani la gara sarà mia, mi sento in forma, siamo la squadra più forte, mai nessuno ci batterà"
Domenica seconda settimana (dopo la gara, sia in caso di vittoria che in caso di tamponamento al principale avversario in corsia box): "sono contento di quello che ho fatto per tutto il week end, siamo competitivi, la squadra sta dando il massimo e mai nessuno ci batterà.

Certo il tipo in questione è molto veloce, e nel paddock questo modo di esprimersi è molto comune, ma l'indovinello vale lo stesso...di chi sto parlando?

Nessun commento:

Powered by Blogger.