Al ladro!!


Nel biennio 1981-82 il "buon" Bernie Ecclestone ebbe una delle sue idee, uno di quei colpi di genio che poi gli hanno permesso di prendere e mantenere per decenni il comando della baracca.
Perché non andiamo tutti a correre in un parcheggio? E quale miglior parcheggio che quello del Ceasars Palace di Las Vegas?
Quindi tutti nel deserto del Nevada, e gli organizzatori fecero del loro meglio, nel senso, non è che il circuito facesse poi così schifo... tant'è che negli anni successi ci si sbizzarrirà con le gite fuori porta in USA: roba tipo Dallas, Detroit, Phoenix; piste, per quanto pessime, comunque rivalutate dalla funesta apparizione del cittadino di Valencia nel 2008.
Comunque, tornando a Las Vegas, la comodità di correre in un luogo del genere era quella di avere l'alloggio lì, a poche centinaia di metri dalla pista. Tutti i piloti e i meccanici alloggiavano nell'albergo del Ceasars Palace, come una grande famiglia in gita premio. Bernie sapeva quello che faceva, e di sicuro avrà intascato anche la sua bella parcella.
Alla fine della prima giornata di prove la polizia chiama la Hall dell'albergo: qualcuno sta cercando di entrare dalla finestra di una camera. Il tizio alla reception controlla se la camera è occupata; certo che è occupata, in quel week end non c'è uno sgabuzzino libero. Ma chi la occupa? Una rapida occhiata e il nome salta all'occhio: Didier Pironi.
Presto, bisogna far presto, c'è questo ladro acrobata vestito di rosso che vuole entrare nella camera del pilota della Ferrari. In quattro e quattr'otto la polizia bussa alla porta della camera di Pironi, lui per poco ci rimane davanti allo spiegamento di forze. I poliziotti indicano la finestra, gli spiegano la situazione.
Pironi si fa una grossa risata, gli agenti lì per lì non ne capiscono il motivo. Sorrideranno anche loro una volta scoperta la tuta di Didier stesa ad asciugare fuori dalla finestra

Nessun commento:

Powered by Blogger.