Cosa rimarrà del 2008 - 2


Si continua con i fatti e i misfatti che hanno caratterizzato la stagione uscente, chiaro che alla fine qualcosa sfuggirà, ma uno ci prova lo stesso.
E quindi? Via con la terza mini lista:
L'agguato delle due Mclaren a Raikkonen in Giappone: alla fine hanno pagato solo Hamilton e il povero Kimi, mentre il vero colpevole Kovalainen l'ha fatta franca, perlomeno dal punto di vista giuridico, perché in pista giustizia è stata fatta.
Il serpente luccicante attaccato alla Ferrari di Massa a Singapore: ovverosia come complicarsi la vita rompendo le palle al pilota con un semaforo in più durante il pit stop. Le avvisaglie c'erano già state con Raikkonen a Valencia, ma niente, alla fine si è dovuto organizzare Le Cirque du Soleil in corsia box per decidersi a ritornare alla cara vecchia paletta.
Le due vittorie di Fernando a fine stagione: ha faticato come un camionista dell'est per tutto l'anno, poi dal cappello a cilindro della Renault, qualche maligno sostiene anche della federazione, è spuntata una Renault da podio. E lui da vero campeon l'ha sfruttata in pieno.
La pioggia a Monza: e chi se la ricordava più la pioggia a Monza? Decenni interi senza un goccio d'acqua, qualche goccia nel 1976 e nel 1981, ma un week end del genere è roba da cambiamento climatico globale e apocalissi simili. Così come la vittoria della Minardi, scusate, Toro Rosso.

To be continued...

Nessun commento:

Powered by Blogger.