Gp Brasile 2008 -1


E' tutto pronto: Felipe sorridente e commosso in pole position, il suo, per una volta, fido scudiero Kimi un paio di posizioni alle sue spalle pronto a coprirgli la partenza, Trulli che si è messo di mezzo a fare da spessore tra l'eroe locale e Hamilton, la torcida esaltata come non mai, fischi, cori, balli, i cronisti della tv di stato a gufare su quanti chilometri durerà il motore o il cambio della Mclaren dell'odiato rivale.
Insomma, visto che l'anno scorso è andata come è andata, quest'anno si farà il bis?
Uhmmm... forse, forse in gara pioverà, e allora le cose saranno molto diverse, di quale diversità lo vedremo.
Prima di chiudere tutti in piedi per Rosberg.
Rosberg?!! Perché? Non ha nemmeno superato la Q1.
Perché guidava un affare che non andava nemmeno a lanciarla da un grattacielo, eppure a domanda di giornalista sui motivi della mancata qualificazione in Q2 ha avuto lo spirito di rispondere:
- Perché io non ho saputo tirar fuori qualcosa in più dalla macchina.
Un grande, degno erede di suo padre, questo è puro spirito racing.

Nessun commento:

Powered by Blogger.