Prime mosse


E' stata presentata la nuova Ferrari. Sarò il primo a impormi di farmi piacere questa e le altre monoposto che seguiranno a ruota nei prossimi giorni, ma la nuova configurazione aerodinamica resta un duro colpo all'immagine della Formula 1. E non è retorica.
A parte la denominazione di fantasia, è inutile negarlo: esteticamente è l'affare rosso più brutto che si sia visto negli ultimi trent'anni e anche più. Forse solo il modello "spazzaneve" del 1973 può competere con la F60. Sembra un modello in legno regalato a Luca Di Montezemolo dell'appassionato falegname brianzolo di turno.
Sarà un aspetto, quello del muso che sembra voler cedere o fissato male, con cui ci si dovrà abituare a convivere. Probabile che tra qualche settimana non ci faremo più caso, ma sarà dura.
Così come dovremo convivere con il surplus di potenza di un'ottantina di cavalli, più o meno, che a ogni giro sarà reso disponibile dal Kers. Nei videogiochi c'è ormai da anni.
In casa Ferrari e sui principali media italiani sembra che esista un solo pilota in casa Ferrari; forse mi è sfuggito, ma io ho visto e letto solo di Massa. Cosa già vista e rivista dalle parti di Maranello, Kimi ormai è dato bello che bollito e si preparano mesi di tormento per lui. Facile che non se ne renderà conto nemmeno, ma siamo sicuri che puntare solo su Felipe e sulla ripetizione dell'anno di grazia 2008 - dove per anno di grazia di Massa intendo anche la combinazione anno no di Raikkonen, Alonso alla guida di un trattore per 8/10 di stagione, Hamilton squalificato e punti spostati da una parte all'altra un po' a piacimento, Vettel alla guida di una Toro Rosso - sia una cosa così saggia?
La Renault intanto interpreta a modo suo i tagli sul budget delle squadre imposti dalla crsi economica globale: la macchina fallisce due crash test su tre. Speriamo che la cosa finisca qui.
E per concludere: e se Vettel diventasse campione del mondo già quest'anno?

2 commenti:

Vi84 ha detto...

Su Vettel: magari.

acorba67 ha detto...

Chissà che a mescolare le carte non esca proprio lui...

Powered by Blogger.