Gente di un certo livello


Certe volte di fronte a un giovane pilota ci si chiede come sarà il suo approccio con il mondo della Formula 1. Se a fronte di un campionato vinto nelle formule minori, magari anche con una certa autorevolezza, il suo ingresso nella massima formula proseguirà lungo quel percorso o se invece certe capacità si sgretoleranno una volta al volante di una Formula 1.
Di fronte a certi casi si possono avere solo certezze: Hamilton nel passato recente è un esempio di come chiunque avrebbe scommesso su un suo passaggio con successo nella massima categoria.
Un altro fu Ayrton Senna: nove vittorie conseguite nelle prime nove gare del campionato inglese di Formula 3 del 1983. Ma quello che fa impressione è il dato dei giri percorsi in testa in rapporto ai giri totali delle nove gare disputate: Ayrton Senna, che all'epoca si poteva anche chiamare Da Silva, in quelle nove corse ne percorse al comando 185 su 187 disponibili.
Roba che il suo team manager, vista la superiorità del suo pilota e della facilità con cui si portava a casa le gare, per risparmiare sul budget revocò ogni forma di assicurazione sulle sue vetture.
Alla fine le cose si complicarono parecchio per Ayrton, e la lotta con Martin Brundle per conquistare quel campionato si protrasse sino all'ultima gara. Ma lo stesso, chi non avrebbe scommesso su un tipo del genere?

Nessun commento:

Powered by Blogger.