L'incubo ritorna


No!!!! sembra che il personaggio che più ha recato danni in Formula 1 negli ultimi dieci anni e forse più - sto parlando dell'architetto Tilke, quello che ha reso i circuiti di Formula 1 simili ad autostrade con ben pochi segni distintivi, tribune faraoniche a parte - si sia fatto vivo dalle parti di Roma.
Questo, anche senza vivere a braccetto con Ecclestone tutto il giorno, vuol dire due o tre cosine:
1) che la storia del Gp a Roma non è una barzelletta; e il solo pensiero che Monza non ospiti il Gran Premio d'Italia mi provoca conati di vomito.
2) che se qualcuno non mette un freno a Tielke il circuito in cui si correrà un Gp a Roma sarà la solita sequenza di curve senza la minima possibilità di sorpasso, kers o non kers, alettoni alti o bassi, gomme slick o scanalate; magari con anche un ponte sul Tevere per "emozionare" lo sanno chi solo loro.
3) che Ecclestone per quanto riguarda l'architetto dovrebbe dare retta ad Asterix e rivedersi ancora una volta il fantastico cartone animato "Asterix e Cleopatra".

Nessun commento:

Powered by Blogger.