Gp Australia 2009: i più e i meno

Un altro paio di domande che mai riceveranno risposta:
  • Perché a Vettel danno 10 posizioni in meno e 50.000 dollari o euro (dettagli) di multa e a Barrichello che ne ha stesi quattro al via con un'entrata da ritiro patente non fanno nulla?
  • Perché al povero Trulli danno venticinque secondi di penalizzazione e non semplicemente una posizione in meno? (la risposta "sono i regolamenti" non vale, perché esiste sempre la discriminante "buon senso")
E adesso i più e i meno della gara di apertura del Gp della stagione 2009.

Piloti:
Fortunato:
+ Barrichello (con tutti gli errori che ha fatto, un secondo posto capitato per miracolo nonostante avesse fra le mani un razzo)
- Trulli (perché incontrare dei commissari che ti appioppano 25 secondi di penalizzazione per un disguido in bandiera gialla è solo sfortuna, nient'altro)

Efficace:
+ Hamilton (un drago nei sorpassi, nulla da dire)
- Vettel (buttare via un podio in quel modo è quello che si può definire il massimo dell'inefficacia)

Combattivo:
+ Kubica (l'incidente ci può stare, lui puntava alla vittoria)
- Bourdais (troppo defilato rispetto al compagno di squadra debuttante)

Auto:
Efficace:
+ Brawn Gp (indovinate un po'? E la paura è che Ross Brawn abbia raccomandato a Button di non tirare al massimo... i cinque secondi che regolarmente prendeva su Vettel e poi manteneva con facilità disarmante sono molto sospetti.)
- Renault (è sembrata tra le grandi quella più al limite del galleggiamento, certo soprattutto per "merito" di Piquet Jr)

Nessun commento:

Powered by Blogger.