Il record dei record


Fu un fulmine, una meteora che bruciò e si bruciò nel giro di pochi anni. Ma tutti rimasero a bocca aperta di fronte a quello che seppe fare Giancarlo Baghetti.
Certo verrà ricordato come colui che vinse una prova del campionato del mondo di Formula 1 all'esordio - il Gp di Francia del 1961 a Reims - battendo anche una volpe dei circuiti come Dan Gurney.
E già questo potrebbe bastare, visto che l'impresa non era riuscita a nessuno prima di lui e ad adesso, 2009, nessuno è ancora riuscito a compiere un exploit del genere.
Ma il record di Baghetti è molto più di questa vittoria.
Prima di correre il Gp di Francia, Giancarlo Baghetti partecipò a due gare non valide per il Campionato del Mondo di Formula 1, a Napoli e a Siracusa; e le vinse entrambe.
Nel Gp di Napoli in verità la concorrenza non fu molto qualificata, ma a Siracusa c'erano tutti , e si parla di piloti del nome di Surtees, Hill, Brabham, Bonnier, Moss, Salvadori, Ireland, Bandini, Gurney. Non solo; si permise il lusso di comandare la gara per 50 dei 56 giri previsti.
Dopo la sua vittoria a Reims si andò a rivedere classifiche dalle origini delle corse automobilistiche: nessuno era riuscito a compiere un inizio carriera così folgorante. Nemmeno i grandi assi degli anni trenta: Nuvolari, Varzi, Caracciola, o Rosemeyer.
La luce sportiva di Baghetti si spense poi dopo pochi anni, ma il suo inizio di carriera in Formula 1 ancora adesso è un record e una leggenda che continua a resistere.

Nessun commento:

Powered by Blogger.