Scusa mi presti una Lotus?


Nel 1963 a Monaco Jack Brabham durante le prove rientra ai box al volante della propria Brabham BT3 in un gran sferragliare di ingranaggi e fumo. I meccanici subito si preparano a smontare il motore Climax dalla macchina di scorta per montarlo su quella da gara di Jack.
L'operazione non riesce nemmeno a partire: anche il compagno di squadra Dan Gurney rientra ai box con il motore sputacchiante. Si ferma e sembra non volerne saperne proprio di ripartire.
Il primo pensiero è quello di precipitarsi all'aeroporto di Nizza e decollare con il Cessna privato di Jack Brabham verso la sede della Brabham in Inghilterra per recuperare un motore sano. Non bisogna perdere troppo tempo se si vuole tornare con il motore in tempo per la gara.
Si capisce subito però che la cosa non sarà proprio possibile: il maltempo localizzato sul Nord della Francia - si parla addirittura di bufere di neve - sconsiglia di prendere qualsiasi volo verso l'Inghilterra.
Che fare?
Se la menano tutti che allora erano altri tempi, ci sarà pur un motivo.
Jack Brabham si rivolge al rivale Colin Chapman, gli spiega il suo problema, e questi non solo gli presta un motore, ma l'intera macchina.
La domenica, anche se in fondo alla griglia, per una volta Jack Brabham sarà al volante di una Lotus ufficiale.

Nessun commento:

Powered by Blogger.