Nurejev dei circuiti


L'esordio della Beatrice in Formula 1 nel 1985 fece un gran scalpore.
Si iniziò a parlare del team molti mesi prima. Un progetto in grande, anticipazioni, disegni della macchina in anteprima, il rientro alla guida di un campione del mondo come Alan Jones. Si aspettavano solo i risultati.
A dir la verità quelli non arrivarono subito, anzi, proprio non arrivarono mai.
La cosa per cui si fece notare il team nelle gare della stagione d'esordio 1985 - a parte il sigaro sempre presente nella bocca di Hass - fu il balletto scaramantico che sempre il patron Carl Hass era solito attuare ai box prima di ogni uscita in pista del suo pilota Alan Jones.
Partiva con un tocco all'alettone, poi le gomme, il telaio, le sospensioni e infine il volante. Un volteggio perfetto intorno alla macchina.
Non servì a migliorare di molto le prestazioni della vettura, ma in compenso tutti lo soprannominarono Nurejev.

Nessun commento:

Powered by Blogger.