Gp Inghilterra 2009: pesi e misure


Certo che è dura dare retta al cronometro con quello che sta succedendo nei motorhome e comunque non in pista.
Per fortuna che la pista è Silvertstone ed è sempre bello vedere certe curve. E' dura anche per Hamilton, improvvisamente caduto in pochi mesi dagli altari al girone infernale dei bifolchi; è dura per i due ferraristi - grandissimo il silenzioso finlandese in Q2, solo gli dei sanno come ha fatto a tirare fuori quel tempo; più dura del solito per la Brawn Gp.
Sarà forse la volta buona per vedere sul primo gradino del podio qualcuno di diverso da Button?
Alla fine gli unici che sembrano andare sui binari sono le due nuove paperelle Red Bull: merito anche di Vettel, ma anche di Webber, due piloti assolutamente in palla.
E quindi, per valutare le prestazioni dei primi dieci, ecco la solita classifica con i pesi delle vettura a guidare quella dei tempi:

1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1:19.509 666.5
7. Nico Rosberg Williams-Toyota 1:20.361 661.5
8. Timo Glock Toyota 1:20.490 660
3. Mark Webber Red Bull-Renault 1:19.868 659.5
4. Jarno Trulli Toyota 1:20.091 658
2. Rubens Barrichello Brawn-Mercedes 1:19.856 657.5
6. Jenson Button Brawn-Mercedes 1:20.289 657.5
9. Kimi Raikkonen Ferrari 1:20.715 654
10. Fernando Alonso Renault 1:20.741 654
5. Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1:20.216 652.5

Che dire?
Straordinario Vettel.

1 commento:

Telespalla Blog ha detto...

Gia' , veramente straordinario , non l'avevo letto sabato , me ne' sono accorto in gara che è stato l'ultimo a fermarsi .
Ciao

Powered by Blogger.