Intervista con gran finale


Nelson Piquet alla fine del 1985 dopo aver vinto due titoli mondiali lasciò la Brabham per passare alla Williams Honda. Il trasferimento fu un ottimo affare per Nelson Piquet che riuscì a lasciare la barca Brabham prima iniziasse il declino e affondasse poi definitivamente qualche anno dopo.
In quell'inverno però parecchi altri trasferimenti e cambiamenti avvennero in Formula 1: il ritiro definitivo di Lauda, Rosberg dalla Williams alla Mclaren, De Angelis dalla Lotus alla Brabham, Patrese dall'Alfa Romeo alla Brabham.
Durante una sessione prima dell'inizio della stagione 1986 all'Estoril in Portogallo, un giornalista sta intervistando Nelson Piquet.
Le domande non è che brillino per la loro particolare fantasia, ma d'altra parte le risposte che vogliono i tifosi sono sempre quelle: robe del tipo "Alain Prost vincerà un altro titolo?" e "Che coppia sarà Rosberg con Prost?" e "Senna si confermerà?" e "Cosa ne pensi della coppia De Angelis Patrese alla Brabham" e "La Ferrari secondo te ce la farà l'anno prossimo a vincere il campionato" e infine "Mansell è pronto per lottare per il titolo?".
Insomma tante faccende a contorno, ma di domande dirette all'interessato praticamente nulla. Anzi, stando a quel tizio, pare che Nelson Piquet nella stagione 1986 risulterà solo una comparsa o poco più.
Giusto verso la fine, quando è ormai chiaro che il brasiliano sia al limite della sopportazione, il giornalista finalmente se ne esce con una domanda collegata a lui:
"E di Piquet cosa dici?"
A Nelson Piquet non sembra vero poter finalmente sfogarsi; e non si lascia certo sfuggire l'occasione.
"Che non deve essere così male se Frank Williams ha tirato fuori tutti quei soldi per ingaggiarlo."

Nessun commento:

Powered by Blogger.