La prima Ferrari


La prima Ferrari della storia, non era proprio una Ferrari, nel senso, non si chiamò proprio Ferrari.
Enzo Ferrari era ancora alle dipendenze dell'Alfa Romeo e non poteva dare il proprio nome a nessuna vettura. Il modello "815" venne costruito nelle Officine Auto-Avio vicino a Modena e venne ribattezzata come "Auto-Avio Costruzioni".
Il debutto in corsa avvenne alla Mille Miglia del 1940. Un'edizione anomala, vuoi per la guerra ormai imminente, vuoi perché quell'anno il percorso della gara venne modificato a seguito di alcuni gravi incidenti occorsi nelle edizioni precedenti. La corsa si corse su un circuito stradale chiuso al traffico tra Brescia, Cremona e Mantova, e prese la denominazione di "1° Gp di Brescia M.M".
Quell'edizione vide però due esordi eccellenti, oltre a quello di una Ferrari, seppure sotto mentite spoglie, ci fu anche quello di Alberto Ascari, allora ventiduenne, alla guida di una delle tre "815" iscritte.
In quella prima uscita le cose per l'accoppiata macchina e pilota non andarono troppo bene: Ascari infatti abbandonò alla fine del primo giro a causa della rottura di un bilanciere. Ma di tempo, e corse, per rifarsi ce ne sarebbero state per entrambi.

Nessun commento:

Powered by Blogger.