Debutto lampo


Nei tempi recenti abbiamo l'esempio di Kimi Raikkonen: una manciata di gare in Formula Renault tra il 1999 e il 2000, e poi il debutto in Formula 1 nel 2001 tra lo scetticismo di molti addetti ai lavori. Anche la Federazione gli concesse solo una licenza temporanea; salvo poi renderla definitiva dopo l'esordio sbalorditivo con punti alla prima corsa.
Qualche decennio fa Emerson Fittipaldi fece ancora meglio: nel 1969 sbarcò in Inghilterra, si può dire aprendo la strada a tutta una serie di piloti brasiliani che ebbero il trasferimento in Inghilterra e la partecipazione ai campionati locali come passo fondamentale nella loro carriera.
Iniziò quella stagione in Formula Ford, ma prima della fine dell'anno aveva già compiuto il passo successivo, gareggiando in Formula 3. L'anno dopo lo cominciò in Formula 2 con la Lotus, ma a metà stagione Colin Chapman decise di farlo debuttare in in Formula 1, e al Gp degli USA a Watkins Glen ottennè la prima vittoria in Formula 1 alla sua quarta partecipazione a un Gran Premio di Formula 1.
Nemmeno due anni: se questo non è un debutto lampo.


Nessun commento:

Powered by Blogger.