Gp Abu Dhabi 2009


Sfida di nervi e velocità, finché e durata, tra Vettel e Hamilton. Il confronto accennato a Singapore è ritornato in quel di Abu Dhabi. Bellissima la lotta durante la prima parte di gara, con i due che non se le sono certo risparmiate; ma anche questa volta uno dei due contendenti è stato eliminato anticipatamente dalla lotta. Vettel poi è andato sul velluto, e ha vinto alla sua maniera: macinando gli avversari.
E' evidente che Raikkonen deva aver mandato a quel paese parecchia gente: non si spiegherebbero altrimenti certi commenti da deliro offensivo - ho sentito frasi al limite dell'offesa personale - durante la trasmissione motoristica del mezzogiorno domenicale (quella NON su rete pubblica), ma anche sulle pagine di uno dei principali quotidiani sportivi italiani.
E quindi? E quindi ecco le solite pagelline a caldo:

Button
9: liberato dal fardello della vittoria del campionato è ritornato a lottare tra i primi. Che bel duello nel finale con Webber. Lo ripeto; un degno campione del mondo.
Barrichello 7 : perde pezzi alla partenza, e perde anche il secondo posto in classifica finale. Certo che contro il Vettel di Abu Dhabi c'era ben poco da fare.

Vettel 10: un fine settimana da incorniciare. Durante la prima parte di gara ha soffiato sul collo di Hamilton come un mastino sino a conquistare la prima posizione, certo grazie al ritiro di Hamilton, ma anche grazie a un paio di giri monstre. Non ha vinto il titolo quest'anno, in pole per l'anno prossimo ci sarà sicuramente lui.
Webber 8: di poco sotto le prestazioni brasiliane, ma il problema è stata la prestazione grandiosa del compagno di squadra. Perfetto comunque nel resistere a Button nel finale.

Fisichella 4: prove da dimenticare, come tutte quelle da quando è passato in Ferrari. In partenza si è fumato un quarto di schieramento, ma poi è calato il buio un'altra volta per lui. Drive through compreso.
Raikkonen 6 : ha guidato per mesi un furgone color rosso, ma lui ha fatto quello che ha potuto. Anche all'ultima gara, anche quanto tutto intorno hanno ripetuto sino alla nausea come il 2009 sia meglio che finisca. Per fortuna - per lui - che il 2009 è veramente finito.

Kubica 7 : come in Brasile arriva in Q3 e lotta anche per la pole. In gara lotta, si gira, vince il duello con Trulli, e comunque ha dato il massimo.
Heidfeld 8 : incredibile come faccia prestazione senza quasi che nessuno se ne accorga. Te lo ritrovi tra i primi e ti chiedi sempre come diavolo abbia fatto. Sicuramente non abbastanza considerato.

Trulli 6 : il solito Trulli: grandioso sul giro secco il sabato, e poi in gara perso il duello rusticano con Kubica, si è un po' perso, ridimensionato anche dalla prestazione del giovane compagno di squadra.
Kobayashi 9: ancora un gara da vero samurai. E' stato l'unico a far fruttare in qualche modo la tattica a una sosta. Veloce e aggressivo come pochi, Button e Raikkonen ne sanno qualcosa. Forse un giapponese che va veramente veloce senza sbattere a ogni curva.

Hamilton 10 : pole grandiosa e inizio gara altrettanto prepotente. Velocissimo, perlomeno finché è durata. Pecccato per il ritiro.
Kovalainen 7 : ritirato Hamilton, si è mantenuto davanti alla Ferrari di Raikkonen: e per lui probabilmente è stata quasi come una vittoria.

Alonso 6 : qualifiche disastrose. In gara si è sciroppato un primo stint da camionista, con il solito paio di guizzi da campeon; certo la Renault vista ad Abu Dhabi è stata disastrosa.
Grosjean 5 : le sue uscite di pista sono ormai un classico. Questa volta ha perlomeno la scusante delle prestazioni Renault da fondo classifica; lo stesso però non ci siamo proprio.

Buemi 8: ancora una volta velocissimo il sabato, con la sua Toro Rosso a lottare con i migliori. In gara si è mantenuto su un ottimo livello, e senza fare errori ha portato a casa un altro gran bel punto.
Alguersuari 5 : buone prove, ha perso un po' troppe posizioni alla partenza. E poi c'è stato il giallo del ritiro senza benzina a causa rientro nel box sbagliato - roba da licenziamento in tronco - oppure per problemi al cambio. Comunque sempre un paio di gradini al di sotto del compagno di squadra.

Nakajima 6: la solita gara di Nakajima: oltre il decimo posto, e un paio di posizioni indietro rispetto al compagno di squadra.
Rosberg 7 : altra gara consistente di Nico. E finalmente nel 2010 avrà a disposizione una macchina vincente. La cosa si fa interessante.

Liuzzi 5: la Force India, come Cenerentola, ha perso le scarpette di cristallo. E da un paio di gare per lui è il buio.
Sutil 5 : è tornato il Sutil di inizio stagione: costantemente in fondo al gruppo.

Nessun commento:

Powered by Blogger.