Gp Brasile 2009: beati gli ultimi

Con il titolo 2009 di "Beati gli ultimi" ormai già assegnato a Giancarlo Fisichella, l'interesse per le vicende degli ultimi sei sulla griglia di partenza brasiliana è stato comunque tenuto vivo dai nomi costretti nelle ultime tre file:
Vettel; Kovalainen; Hamilton; Heidlfed; Fisichella; Liuzzi.
Altro che ultimi, potrebbero essere benissimo le prime file di una qualsiasi griglia di partenza della stagione 2009. Da notare l'assenza delle due Toro Rosso, certo merito del diluvio brasiliano del sabato, ma anche di un Buemi ritornato su livelli di eccellenza di inizio stagione.
Al via è subito caos fra i primi, ma anche fra gli ultimi sei non si scherza per niente: Fisichella e Kovalainen vanno per prati e si girano, e per poco non rimangono coinvolti anche Vettel e Hamilton. La pace car intervenuta per le vicende ormai note rimescola un po' le carte, ma soprattutto permette a Hamilton di azzeccare la tattica vincente e presentarsi alla ripresa col pieno benzina e la voglia di risalire posizioni.
L'inglese non si lascia certo pregare, ma anche Vettel, tattiche o meno, inizia a risalire la china a suon di sorpassi - suo sarà il giro più veloce dei sei, nonché secondo assoluto. Per il compagno di squadra di Hamilton invece, le cose si mettono male sin dal pit - programmato dal team a fotocopia di quello del caposquadra - con la scia di fuoco che investe Raikkonen e che gli costerà a fine gara 25 secondi di penalizzazione e il terzo posto nella nostra classifica. Peggio va comunque ad Heidfeld che per un'errata valutazione della sua squadra rimane a secco pur avendo dimostrato nei primi giri di poter anch'esso risalire la china con un certa facilita.
Fisichella, partito con una tattica di una sosta sola, nei primi giri si trova addirittura davanti al compagno di squadra, ma il ritmo suo non è stato sufficiente per fargli compiere la stessa rimonta di Raikkonen. Negli ultimi giri poi problemi di graining gli hanno impedito di resistere agli attacchi dell'arrembante Kobayashi.
Anche la gara di Liuzzi non è stata particolarmente brillante, ritrovandosi, come ormai avviene da parecchie gare, a lottare con Fisichella per una posizione oltre la decima.
Ecco quindi l'ordine d'arrivo della "Beati gli ultimi" per il Gp del Brasile:
1) Hamilton; 2) Vettel (gpv); 3) Fisichella 4) Liuzzi; 5) Kovalainen (25 sec. penalizzazione); 6) Heidfeld (rit.)

Per la "Maglia Nera" invece a Interlagos abbiamo avuto:
1) Alguersuari; 2) Grosjean; 3) Kovalainen; 4) Liuzzi; 5) Fisichella; 6) Kobayashi

Vediamo le classifica "Beati gli ultimi" aggiornata dopo il Gp del Brasile e con una sola gara da disputare.



Fisichella dopo essersi aggiudicato la "Beati gli Ultimi" con due gara di anticipo, è ancora matematicamente in corsa per la "Maglia Nera", ma spero sinceramente che questa volta non ce la faccia a recuperare su Sutil i sei punti di svantaggio.
Sempre nella classifica della "Maglia Nera" balzo in avanti per il vincitore Alguersuari e il secondo classificato Grosjean; due che se avessero disputato tutto il campionato sicuramente avrebbero dato del filo da torcere a chiunque.



Nessun commento:

Powered by Blogger.