Gp Abu Dhabi 2009: qualche grafico


Il nuovo circuito di Abu Dhabi ha lasciato un po' tutti con l'amaro in bocca; diciamoci la verità. Carina la staccata in fondo al rettilineo, certo; belle le costruzioni a contorno, ma la sensazione alla fine è stata quella di veder girare macchine ultra potenti in un parcheggio particolarmente curato. E non è servito molto magnificare i tempo di realizzo, o gli splendidi tramonti nel deserto: mancano un paio curve e contro curve da pelo, condite magari con del dislivello parecchio accentuato.
Vediamo comunque di ricavare dall'ultima gara di questa movimentata stagione 2009, qualche grafico che permetta di non dimenticare troppo in fretta la gara di Abu Dhabi:

Questa volta la partenza non ha portato grossi scossoni nelle prime posizioni: i due "kersati", Hamilton e Raikkonen, non hanno creato il solito scompiglio nelle file di testa della griglia. Certo seguendo modalità profondamente diverse : Hamilton impegnato a scappare davanti a tutti; Raikkonen incapace di risalire qualche posizione. E' stato in coda dove piuttosto si sono visti recuperi e inabissamenti notevoli:



Concentriamoci poi sul duello che non c'è mai stato: quello tra l'effettivo vincitore Vettel, e colui che si pensava avrebbe fatto una tranquilla scampagnata nel deserto con vittoria finale; Lewis Hamilton. Equilibrio perfetto, sino all'evidenziarsi dei problemi per Hamilton con l'escursione fuori pista poi e poi il ritiro definitivo. Da notare anche quel paio di fantastici giri lampo di Vettel nel momento del pit di Hamilton.



Riflettori adesso sulla gran gara di Kobayashi, l'unico a trarre qualche frutto dalla tattica a una sosta sola. Il confronto con gli altri piloti armati della stessa tattica - Raikkonen, Kovalainen e Alonso - è impietoso. Che gran ritmo il suo. Un consiglio: se dovete cambiare macchina comprate una Toyota, così potremmo tutti gustarci le imprese del giapponese anche l'anno prossimo.



Concludiamo questa mini carrellate di grafici con un paio di giochi delle coppie. Il primo è dedicato alla coppia Red Bull Vettel - Webber, con l'australiano che nelle prime fasi ha fatto segnare dei gran tempi, non confermati però durante il resto delle gara.



A seguire poi l'ultimo - nel senso che la coppia l'anno prossimo si dividerà - confronto tra due piloti con prestazioni molto simili: i due della Bmw Kubica e Haidfeld. Al solito il tedesco senza fare troppo rumore è riuscito a portare a termine una gara più che dignitosa. Un peccato che sia così poco "pubblicizzato".



E con i grafici di Abu Dabhi 2009 abbiamo finito.

Nessun commento:

Powered by Blogger.