La strada giusta


Sul finire degli anni settanta il gran carrozzone della serie USAC - la formula americana che si trasformò in CART prima, e che poi si scisse ancora nelle due serie Champ Car/IRL - fece un paio di puntate al di qua dell'oceano per una serie di gare su circuiti Europei.
Sbarcarono tutti gli assi americani dell'epoca: A.J. Foyt, Tom Sneva - Mario Andretti era ormai di casa - e anche Johnny Rutherford vincitore nella sua carriera tra l'altro di tre 500 Miglia di Indianapolis.
Chiaramente l'attenzione dei cronisti era rivolta alle reazioni dei piloti americani, impegnati quasi sempre su circuiti ovali, di fronte a piste stile Brands Hatch o Silverstone.
Durante proprio il fine settimana della gara di Silverstone un giornalista chiese a Rutheford:
- Come trovi questo circuito?
- Semplice, basta andare dritto nell pit lane... e mi ci trovo proprio dentro.

Nessun commento:

Powered by Blogger.