Pagelle squadre 2009


Dovesse ritirarsi anche la Renault, in Formula 1 rimarrebbero solo Ferrari e Mercedes come costruttori storici: una seleziona naturale emblematica. Le due case che da quasi un secolo si sfidano sulle piste di tutto il mondo, in tutte le forme e situazioni politiche e storiche, crisi economiche e non, ancora una volta impegnate a lottare l'uno contro l'altra. Sarà anche una banalità, ma questo è quello che di dice DNA corsaiolo.
Confidando comunque nella passione e nella voglia di realtà anche molto più piccole, vediamo adesso una piccolo resoconto della stagione di Formula 1 2009 dal punto di vista squadre:

Mclaren
7: sono partiti in un modo completamente negativo, come da più di dieci ormai a Woking non vedevano. In più hanno combinato il disastro di Melbourne a base di pace car e comunicazioni via radio ingenuamente negate; ma non hanno mai mollato. Si sono adeguati al doppio diffusore; hanno introdotto continui aggiornamenti aerodinamici, sino a raggiungere la vetta delle prestazioni a metà estate. Stagione interlocutoria, ma che comunque la confermano come una squadra mai doma.
Ferrari 4: un mezzo disastro. Non ci sono parole per descrivere il 2009 rosso; F60 completamente sbagliata - e non è stata solo questione di diffusore, di mezzo ci sono anche incapacità di far lavorare decentemente le gomme, e una carenza di carico aerodinamico congenita; incapacità di ribaltare la situazione - quando in tanti ce l'hanno fatta; decisione di sospendere lo sviluppo a metà stagione degna della peggiore squadra acchiappa piloti con valigia dei primi anni novanta; scelta dei piloti come sostituiti di Massa confusa e al solo scopo di limitare i danni. Un quarto posto in classifica costruttori miracoloso, merito più che altro della tenacia di Raikkonen, e anche di Massa prima che una molla si stampasse sul suo casco.
E se la macchina 2010 non dovesse rivelarsi così degna di cotanto sacrificio?
Bmw 4: doveva essere l'anno della definitiva consacrazione della casa tedesca in Formula 1. E' stato un buco nell'acqua, concluso con l'annuncio del ritiro dal campionato. Hanno seguito un percorso comune a parecchie squadre in questo 2009: partenza ad handicap a causa della mancanza del doppio diffusore, e tentativo di recuperare modificando profondamente la vettura che in prima battuta non ha dato i risultati sperati. Solo nella seconda parte della stagione - guarda caso coincidente con l'annuncio del ritiro - le vetture bianche e blu si sono riviste stabilmente nelle prima posizioni, guadagnando sul filo di lana la sesta posizione nella classifica costruttori a spese della Williams.
Toyota 5: faceva parte della "banda del buco" di inizio stagione, ma non ha sfruttato a dovere il vantaggio. La stagione è passata tra alti e bassi clamorosi, quel che è peggio mai compresi nemmeno dai diretti interessati; piloti e tecnici compresi. Come se le vetture fossero state prese a nolo diverse ogni fine settima di gara. A fine stagione hanno scoperto di avere in casa un mezzo fenomeno di nome Kobayashi; ma è stato troppo tardi, peccato. Si sono ritirati; onestamente però ci si iniziava a chiedere finché avrebbero continuato ad accumulare delusioni.
Renault 4: stagione pressoché disastrosa: macchina mai competitiva nonostante abbiamo provato a recuperare il gap; la faccenda di Briatore-Piquet Jr ha poi tolto ogni voglia di reagire a tutti quanti, e tra l'addio di Alonso, e Grosjean che ha fatto di tutto per farsi voler male, l'anno è finito con le macchine francesi in fondo a tutte le classifiche
Brawn GP 10: che dire? La favoletta della squadra appena costituita l'hanno bevuta in pochi; però prima gara, prima vittoria; prima stagione, primi due titoli. Saranno pure partiti irregolari, ma sono stati svegli e pronti ad approfittare del vantaggio e a mettersi in saccoccia il vantaggio fondamentale per aggiudicarsi entrambe le classifiche a fine anno. Sempre a punti, e questo la dice lunga sulla bontà della macchina e della squadra; un momento di appannamento in estate, ma poi hanno amministrato il vantaggio, evitando anche guerre fratricide che avrebbero rovinato il semi-miracolo Brawn Gp.
Red Bull 9.5: è mancata solo la vittoria finale. Sin dalle prima gare, anche senza diffusore, si è presentata come l'unica vera alternativa alle Brawn Gp. A causa della particolare configurazione delle sospensioni posteriori hanno dovuto fare i miracoli per trapiantare il doppio diffusore e riportarsi in una situazione di parità con la Brawn. A Silverstone poi hanno fatto veramente paura a tutti, ma un paio di passi falsi - Valencia e Monza - l'hanno allontanata un po' troppo dalla vetta.
Fantastica stagione comunque; se si pensa a come era considerata la Red Bull solo una stagione emmezzo fa, ci si rende conto dell'eccezionale lavoro di questa squadra.
Williams 7: la terza squadra della "banda del buco" ha corso praticamente con un pilota solo. Eccezionale inizio di stagione, con i risultati del venerdì e del sabato però mai confermati in pieno la domenica. A parte l'eclissi di Monza è stata costante per tutta la stagione, e a Singapore se non ci fosse stato l'errore in uscita box da parte di Rosberg, qualcosa di più avrebbe raccolto sicuramente. Se consideriamo poi Nakajima...
Toro Rosso 5: orfana di Vettel ha trovato un parziale sostituto in Buemi. Per parecchi Gp le Toro Rosso sono state le uniche monoposto senza doppio diffusore, e i risultati si sono visti. Il cambio pilota da Bourdais ad Alguersuari non ha comunque giovato granché; anzi molto probabilmente tenersi stretto il francese avrebbe portato molti più punti nel carniere della squadra di Faenza. Certo hanno una promessa come Buemi in squadra, e probabilmente non appena riusciranno a mettere in pista una macchina decente, raccoglieranno altre soddisfazioni.
Force India 6.5: la migliore stagione senz'altro di quella che sembrava una squadra solo pittoresca; sullo stile di quella di Bob giamaicana. La prestazione di Sutil in Germania e a Monza, e di Fisichella a Spa hanno fatto gridare al miracolo, e probabilmente sorpreso persino i tecnici della squadra. Qualche alto e basso nel finale di stagione, ma Vijay Mallya avrebbe firmato tre volte, non una, per una stagione del genere.

2 commenti:

Mikke80 ha detto...

concordo sui voti.
forse avrei dato 8 alla mclaren per la capacita' di ricostruire dal nulla.
bmw forse merita un 5, in fondo a fine stagione erano competitivi nonostante le notizie di vendita. alla fin dei conti hanno fatto meglio di Renault.
ferrari 4 e' visiilmente un voto da tifoso deluso :). la f60 non era malvagia, infatti ha preso un 4 posto da campionato. pessima la scelta di non svilupparla. sfortunati con massa, senza quello avrebbero fatto 3 posto. per me da 5-6.

acorba67 ha detto...

Deluso più che altro dalla scelta di chiudere ogni sviluppo.. inconcepibile, lo ripeterò sino alla noia. E l'idea che sia stata una mossa politica per far naufragare meglio il 2009 e scaricare Raikkonen con più facilità non me la leva nessuno.

Powered by Blogger.