Bernie non dimentica


Prima di diventare il grande burattinaio della Formula 1; prima ancora di rilevare la Brabham e portarla a una discreta serie di successi; prima di tutto questo, Bernie Ecclestone fu pilota - cercò senza successo di qualificarsi con una Connaught al Gp di Montecarlo del 1958 - e, dopo essersi reso conto che la pista lui doveva viverla dai box, anche manager. In particolare sul finire degli anni sessanta divenne il manager di Jochen Rindt.
Con il pilota austriaco il rapportò andò oltre quello professionale, e tra i due si sviluppò un legame molto saldo. Nel 197o la morte di Jochen Rindt, avvenuta durante le prove del Gp d'Italia a Monza, lo colpì profondamente, tanto che non appena capitò l'occasione non mancò di dimostrare il legame e l'affetto per Rindt in un modo più tangibile che un semplice ricordo.
Infatti nei primi anni 2000, fece assumere la figlia trentenne di Rindt, Natascha, come inviata per la propria televisione digitale FOCA TV. Lo zio Bernie pensa ai fatti prima di tutto.

Nessun commento:

Powered by Blogger.