Doppio black jack


Jack Brabham vinse tre campionati del mondo - nel 1959,1960 e 1966 - ma avrebbero potuto essere quattro se nel 1970, l'ultima stagione di Brabham in Formula 1, una serie di disavventure - tecniche, ma anche sportive - non gli avessero tolto una cospicua dose di punti a favore di colui che poi postumo vinse il titolo: Jochen Rindt.
In particolare in un paio di occasioni, Rindt si dimostrò scaltro ad approfittare delle disavventure di Jack, intascandosi senza troppo complimenti il bottino pieno a scapito dell'australiano.
La prima di queste situazioni avvenne a Montecarlo: Jack Brabham è in testa, alle sue spalle Jochen Rindt preme, ma la conformazione del circuito e la presenza di una vecchia volpe come Brabham non lasciano ai più molti dubbi su chi taglierà per primo il traguardo. Però all'ultima curva Brabham compie l'errore che nessuno si aspetta: blocca le ruote, tocca le barriere, e per Rindt è un attimo passare al comando e aggiudicarsi il Gp tra la sorpresa dei presenti. Persino il giudice di corsa aspetta il passaggio di Brabham prime di abbassare la bandiera a scacchi
Qualche mese dopo a Brands Hatch, in occasione del Gp di Inghilterra, di nuovo Jack Brabham è al comando e Jochen Rindt è alle sue spalle, e questa volta ci si mette la benzina, finita, a privare il campione australiano del primo posto, e a consegnare la vittoria un'altra volta a un incredulo quanto grato Jochen Rindt.
Brabham dovette accontentarsi di un'unica vittoria quell'anno, e per Rindt arrivò il titolo, ma ci fu poco di cui gioire.

Nessun commento:

Powered by Blogger.