Scherzi a parte


Tra gli eventi organizzati da uno degli sponsor principali della Williams alla viglia della prima prova del campionato del mondo di Formula 1 del 2004, figurava anche un'innocua - all'apparenza - apparizione di Juan Pablo Montoya a una tavola rotonda in cui tifosi e giornalisti avrebbe rivolto qualche domanda al pilota colombiano.
Sennonché tra i presenti si infilarono inviati di una trasmissione televisiva australiana; di quelle in cui ti combinano degli scherzi esagerati, dove si ride anche se non sei il bersaglio, e se invece ci sei tu di mezzo ridi un bel po' meno: sullo stile di quelle che si vedono anche da noi.
I tizi iniziarono a interrompere Montoya per avere loro la parola, e una volta ottenuto il turno di porre le domande, il loro cellulare iniziò a squillare di continuo prolungando di parecchio i tempi del loro intervento. Il clou però venne quando il cellulare di uno dei due squillò per l'ennesima volta e l'attore finse di parlare con la propria madre spiegando che era a una conferenza stampa con un famoso pilota, e facendo capire che la madre non sapeva assolutamente chi fosse Juan Pablo Montoya.
L'effetto non fu probabilmente quello che gli ideatori della trasmissione avrebbero sperato: Montoya - che in quanto a risolutezza era deciso fuori quanto lo era in pista - prese e se ne andò, lasciano costernati sponsor e parecchi tifosi.

Nessun commento:

Powered by Blogger.