Senza più rifornimenti

Per una mente strettamente Formula 1 oriented la cosa migliore a cui pensare in questi momenti di buio e gelo sono le novità regolamentari che verranno introdotte per il 2010, e tra queste l'attenzione va sicuramente verso l'abolizione del rifornimento in gara, piccola rivoluzione che porterà a parecchi cambiamenti - molti in senso positivo - nel modo di correre e intendere i Gp di Formula 1.
I vantaggi di questa rivoluzione si avranno già a partire dalle qualifiche: finalmente tutti con lo stesso quantitativo di benzina, davanti i più veloci, i migliori sul giro secco. Basta con quelli che fanno i fenomeni del sabato pomeriggio con serbatoio mezzo scarico; basta ricavare i valori in campo sulla base del quantitativo di benzina caricato a bordo; sarà tutto più semplice e immediato. E già mi immagino la lotta a filo dei centesimi tra Vettel, Hamilton, Alonso e chissà chi altri.
In gara poi non ci creeranno più situazione artificiali tipo l'undicesimo sulla griglia di partenza che si ritrova con una strategia di gran lunga migliore del decimo o del nono grazie alla possibilità di decidere il carico di benzina. La strategia comunque non sparirà, perché esisteranno comunque delle scelte da compiere riguardo ai pneumatici e al numero di cambi da effettuare durante il Gp.
E poi ci saranno più sorpassi; basta passare l'avversario in modo virtuale, basta attendere che tanto tra qualche giro deve rifornire, o lo lascio passare che tanto deve rifornire. Probabilmente bisognerà osare di più per riuscire a sopravanzare l'avversario.
Certo potrebbero anche crearsi aspetti negativi dall'abolizione dei rifornimenti: uno su tutti quello che il più veloce in prova lo sia logicamente anche in gara, e che forse si vedranno molte più one-man races rispetto al passato, ma è probabile che i benefici supereranno di gran lunga gli aspetti negativi.
Ancora meno di 90 giorni e ne avremo le prove.

Nessun commento:

Powered by Blogger.