La vittoria misteriosa


Fu un Gp da dimenticare, ma che in realtà viene ricordato per tutta una serie di motivi. In primo luogo ci fu la prima apparizione di una safety car in una gara di Formula 1; ma soprattutto viene ricordata la confusione che - in anni in cui le classifiche venivano gestite manualmente e senza il minimo aiuto elettronico - scaturì dal rientro simultaneo ai box di tutti i piloti per il cambio gomme, e per l'ingresso della suddetta safety car senza sapere nemmeno bene come e dove posizionarsi.
Si parte con pista bagnata, ma durante la corsa le condizioni del tracciato di Mosport mutano costringendo praticamente tutti a rientrare ai box per il cambio gomme. E qui esplode il caos; durante il rientro ai box Cervert e Scheckter si toccano, scoppia quasi una rissa, i cronometristi non riescono più a ricostruire la classifica, e per cercare di gestire la situazione fanno uscira per la prima volta nella storia della Formula 1 una sefety car: per la cronaca una Porsche 914 guidata dal pilota canadese Egbert "Eppie" Wietzes.
Solo che Wietzes si piazza davanti alla macchina sbagliata: la Iso-Marlboro di Howden Ganley. La mossa al posto di sistemare le cose contribuisce a confondere ancora di più la situazione: in parecchi, tra cui Peter Revson, riescono in questo modo a guadagnare un giro sugli avversari.
Alla fine dei giri previsti nessuno ha ben chiaro chi ha vinto: la vittoria viene assegnata a turno prima a Ganley, poi a Fittipaldi, e infine tra le proteste generali definitivamente a Peter Revson.
Esemplare il commento a fine gara di un commentatore inglese a proposito:
- Howden Ganley è stato complimentato per la sua meritata vittoria, poi Peter Revson è stato complimentato per la meritata vittoria; infine Emerson Fittipaldi è stato complimentato per sua meritata vittoria... alla fine quella di Peter Revson è stata giudicata la più meritevole fra tutte.

Nessun commento:

Powered by Blogger.