Cinque domande per Melbourne

Secondo appuntamento del mondiale 2010 e, visto gli orari australiani, questa volta il giochino delle cinque domande viene anticipato al giovedì. Nonostante la dimostrazione di forza rossa in quel di Sakhir,  il gioco in voga tra le squadre nelle dichiarazioni pre gara - abbastanza noiose, in verità - è il sempre verde "nascondino": Hamilton dice che red Bull è palesemente più veloce della altre; in Ferrari si predica basso profilo su tutti i fronti; solo Ron Dennis, il vecchio lupo famelico, se ne frega di tattiche e dichiarazioni di facciata, e dichiara presunti problemi di consumo del motore Renault quale causa dell'improvviso rallentamento di Vettel in Bahrain.Certo che certi dondolii in rettilineo del tedeschino sono apparsi abbastanza sospetti.
Vediamo comunque le cinque domande alle quali la gara di Melbourne dovrà dare risposta:

1) Il pilota che uscirà per primo dalla prima chicane sarà ancora al comando della gara dopo la sosta per il cambio gomme? Confido in una domenica di meteo bizzarro per cui dico SI.
2) Chi meglio in gara tra Force India e Renault? Punto su Kubica, per cui Renault, e su una sua gara perlomeno non bersagliata dalla cattiva sorte.
3) Vedremo un pilota classificato in Q1 arrivare a punti? Probabile che sei dei sette posti saranno monopolizzati dalle tre squadre ultime arrivate, e il loro passo da gara probabilmente non sarà così diverso rispetto al Bahrain, per cui NO.
4) Chi tra Massa, Schumacher e Button si prenderà la rivincita sul proprio compagno di squadra? Obbligatorio specificare un nome, io dico Schumacher, confidando anche in una domenica piovosa.
5) Vedremo per la prima volta in pista la nuova pace car ad ali di gabbiano? Beh, Melbourne e i suoi ridotti spazi di fuga sembrano disegnati apposta per valorizzare il ruolo della safety car, per cui dico SI.

Al solito questo post verrà riproposto dopo la gara con sottolineate previsioni errate e azzeccate, e al solito risposte e domande alternative sono ben accette.

15 commenti:

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

alla domanda 3 intendi in Q1 ?

acorba67 ha detto...

sì, adesso correggo, intendevo Q1

Cangio91 ha detto...

Allora:
1)SI. Troppe voci che danno i sorpassi difficili.
2)RENAULT. Kubica può fare molto bene.
3)NO. Sorpassi difficili e top-team troppo veloci.
4)SCUMACHER. Ha l'imperativo di migliorarsi.
5)SI. I muri in questa pista sono sono molto vicini.

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

ecco le mie risposte :
1 . Sì
2 . Force India
3 . NO
4 . Massa
5 . Sì

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

Però alla 4 se tutti si migliorano nei confronti dei compagni ?
Che si fà ?

acorba67 ha detto...

vinciamo tutti:)

gc.it ha detto...

1 - NO
2 - Renault
3 - SI
4 - Button
5 - SI

Mikke80 ha detto...

DOH! ho dimenticato!

rispondo alle sole domande che riguardano la gara senza esser condizionato dalle qualifiche, causa ritardo

1) SI.. ste regole avvantaggiano il primo alla prima curva, e anche con meteo bizzarro penso che le scelte strategiche sarebbero copiate di pari passo dai box
3)assolutamente NO! la vera domanda e' se uno di quei 7 arrivera' al traguardo...
5) SI: molto probabile, vedi punto 3

acorba67 ha detto...

A mio parere potresti rispondere benissimo anche alle altre due...

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

Mikke80 è stato onesto , se la domanda 2 è tutta da verificare , alla domanda 4 dopo le prove si va quasi sul sicuro rispondendo Button ,che è 7 posizioni avanti del compagno .
Un minimo di regole ci vogliono , proporrei di scartare un 2/3 GP perchè può capitare a tutti ( a parte l'autore )di saltare qualche gara durante l'anno .

acorba67 ha detto...

occhei per scartare i peggiori tre risultati... quello che però secondo me manca quest'anno sono le domande extra, magari da farsi entro sabato mattina, davano parecchio pepe alla contesa

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

ora la smetterai di dire che Webber è bravo ????

acorba67 ha detto...

non sarà mai un fenomeno, certo, e parecchie volte ha giocato sporco, ma che ti devo dire, rimane il fatto è che sono i piloti alla Webber che danno il sale alle corse...

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

anche a me piace vedere piloti che rischiano , tipo Hamilton a Monza l'altr'anno , però fare una serie di cazzate così che creano danni agli avversari non le tollero .

acorba67 ha detto...

sì è vero, e comunque per Melbourne sono completamente d'accordo, Webber ne ha fatte talmente tante da far spavento.

Powered by Blogger.