Let's go racing: parte 2

Si prosegue nel fare le pulci alle squadre partecipanti al mondiale 2010. Chiudiamo questa veloce carrellata con le squadre più blasonate; molto probabilmente è questo l'elenco da cui verrà estratta la squadra e il pilota vincitore del campionato del mondo 2010.


Williams:
Piccola rivoluzione per la squadra del vecchio Frank: motore Cosworth e nuova coppia di piloti quanto mai assortita.I test invernali hanno dato risultanze molto positive e addirittura lasciato spazio a dichiarazioni roboanti.
Certezze: il team, una solida realtà che sopravvive da decenni a sconfitte e trionfi. La Williams rappresenta l'anello di collegamento tra quello che era la Formula 1 e quello che sta diventando.Il Cosworth poi sembra un motore nato bene, e potrebbe permettere a Barrichello e Hulkenberg di inserirsi nella lotta per il podio mondiale.
Incognite: avere Barrichello in squadra sarebbe una buona cosa se l'altro pilota fosse un vincente accertato. Hulkenberg cresce, ma è atteso alla prova Formula 1: ovverosia, consistenza e velocità per tutta la stagione.

BMW-Sauber:
Un'altra anomalia di questo inverno 2010, sino a pochi giorni fa non esisteva nemmeno nella entry list della FIA, si chiama BMW-Sauber e ha un motore Ferrari. In fondo è una metafora di quanto sia contraddittoria la Formula 1 di oggi.
Certezze: macchina nata bene, un pilota Kobayashi, decisamente veloce, un altro, De la Rosa, con un carico di chilometri alle spalle negli anni di test da vero camionista. Sotto questo punto di vista sono senz'altro a posto.
Incognite: mancano gli sponsor, e senza soldi non si va da nessuna parte.

Ferrari:
L'azzardo di abortire la stagione 2009 per preparare al meglio la vettura per il 2010 sembra aver pagato: è anche vero che Mclaren e Red Bull hanno preso decisioni diverse e non sono troppo distanti. E' comunque la macchina più attesa, è arrivato Alonso, uno che ha sempre e comunque vinto anche non al volante della vettura migliore, figuriamoci alla guida di quella che sembra essere la regina del lotto.
Certezze: macchina nata bene, veloce e rispettosa delle gomme anche a pieno carico. I due piloti son entrambi in grado d puntare al titolo.
Incognite: l'equilibrio tra Massa e Alonso è quanto di più precario si sia visto negli ultimi anni in una squadra di Formula 1, poche storie. A Maranello poi sono consci dell'eccessivo consumo del loro motore rispetto al Mercedes.

Red Bull:
Parte con i favori del pronostico e una sessione di test invernali in meno rispetto ai principali avversari. In terra spagnola tra Vettel e Webber è apparso più in palla l'australiano, anche se il tedeschino è considerato da molti - e mi ci metto anche io - come uno dei favoriti per la vittoria 2010.
Certezze: la RB6, diretta evoluzione della vettura del 2009, sembra proseguire nella vena velocistica scovata da Newey lo scorso anno. Vettel e Webber se in giornata poi sono due mastini che è meglio lasciar perdere a qualsiasi semaforo.
Incognite: il motore Renault l'anno scorso ha costretto Vettel a rinunciare a intere sessioni di prove ufficiali per evitare la penalizzazione. Potenza e affidabilità saranno fondamentali per combattere ad armi pari con Ferrari, Mclaren e Mercedes.

Mercedes:
Ross Brawn cambia casacca con disinvoltura, ma non perde il vizio di creare macchine vincenti. E' per questo che nessuno si fida degli strani tentennamenti della Mercedes nelle sessioni di test invernali. In Bahrain staranno tutti con lo sguardo al posteriore della Mercedes, e non certo per mancanza di altri interessi.
Certezze: Brawn e Schumacher, sono una coppia che ha saccheggiato ogni possibile albo d'oro. Si è riunita ancora, e adesso è lecito aspettarsi da loro qualcosa di vincente,
Incognite: Schumacher rientra dopo anni di inattività, ha vinto sette mondiali, ma il fisico potrebbe non reggere alla faccia di qualsiasi blasone; Rosberg deve ancora dimostrare di essere un pilota vincente. Non vincere nel breve potrebbe creare qualche malumore di troppo all'interno del team

Mclaren:
Dopo Hill e Clark in Lotus, di nuovo due campioni del mondo inglesi in una squadra inglese. In tanti sono pronti a scommettere che Hamilton si mangerà a colazione il "povero" Button. La pista e i rapporti interni alla squadra daranno il responso probabilmente già dopo poche gare.
Certezze: la nuova Mp4-25 fa paura a tanti, lo dimostrano le prime impennate di team manager su certe soluzioni aerodinamiche estreme adottate dal team d Woking. Due campioni del mondo in squadra, e per di più inglesi.
Incognite: è vero che la Mclaren è il team che ha avuto in squadra la coppia di piloti più complicata di tutti i tempi- Senna e Prost - ma è anche vero che la loro convivenza è stata praticamente un disastro. Vedremo con la coppia inglese alla moda Hamilton-Button.

Nessun commento:

Powered by Blogger.