Gp Australia 2010: Beati gli ultimi

Eccoci al secondo appuntamento della "Beati gli ultimi". Il Gp di Australia ci ha riservato molti sorpassi e scambi di posizioni, quindi la nostra classifica ha visto un'intensa lotta tra i piloti per potervici entrare. Ma i posti sono pochi, e solo i migliori hanno raggiunto l'obbiettivo.
Infatti, l'ultimo classificato Lewis Hamilton ha totalizzato la bellezza di 5 posizioni recuperate, mentre tutti gli atri hanno fatto addirittura meglio. Liuzzi e Alguersuari confermano il loro periodo positivo e guadagno punti importanti. Il leader Kovalainen tiene ancora la testa, ma ha dovuto cedere i primi due posti allo spietato Kubica (7 posizioni recuperate) e alla sorpresa Chandhok.
L'indiano, superati perlomeno i problemi di affidabilità, recupera ben 10 posizioni, portando il suo nome e la sua scuderia nel ruolo di protagonista per la vittoria finale della nostra singolar tenzone.
Per quanto riguarda la classifica costruttori la Lotus mantiene la leadership, ma la squadra spagnola HRT recupera velocemente. Renault quarta, Mclaren e Williams a pari merito. Force India in leggero affanno.
Qui sotto ecco le due classifiche aggiornate. La lotta è appena iniziata!


Per quanto la classifica della "maglia nera", a Melbourne si sono viste le prime presenze illustri della stagione. In classifica figura niente meno che sua maestà Schumacher, ma anche Mark Webber alla fine ci fa una puntatina grazie al suo campionario di errori sfoderato in casa propria. Karun Chandhok e la sua HRT guadagnano punti e posizioni molto importanti. Il pilota indiano guadagna il massimo dei punti a disposizione e si porta alle spalle del finlandese Kovalainen.
Peccato per Trulli che non prende nemmeno il via, quindi nessun punto preso e punteggio invariato. Alguersuari recupera sul proprio compagno di squadra, mentre nuovi piloti e scuderie animano la parte finale della classifica. La Sauber agguanta tre punti con De la Rosa, Schumacher e Webber chiudono la classifica.
Inaspettato il fatto di avere ben due dei quattro top team classificati, anche se i protagonisti saranno senz'altro la Lotus e la HRT, mentre la Virgin è ancora a quota zero. L'affidabilità prima di tutto, in qualunque campionato.
Ecco allora le classifiche piloti e costruttori aggiornate.


(commento e classifiche a cura di Riccardo Cangini)

3 commenti:

F1 Fan ha detto...

Segnalo che il nome del pilota indiano della HRT si scrive Chandhok, non Chandock. ;-)

P.S.: Complimenti per il blog! Articoli interessanti, piacevoli da leggere e che denotano grande competenza dell'autore.

acorba67 ha detto...

arghh... hai ragione, vedremo di correggere. Grazie per i complimenti comunque.

Cangio91 ha detto...

Errore mio...Chiedo perdono!

Powered by Blogger.