Gp Malesia 2010: i più e i meno

Red Bull davanti a tutti, molto veloci certo, con Vettel e Webber che si sfiorano in partenza senza offendersi troppo, ma anche questa volta, come a Melbourne, Alonso, Hamilton, e anche Massa, sono partiti ad handicap, e l'occasione per vedere una lotta serrata per il vertice non c'è stata.
Ferrari e Mclaren però non sono troppo distanti, certo più vicine di Renault e Mercedes, e i 56 giri di Sepang sono pieni di indizi che portano a pensare a questo. Stiamone certi; prima o poi le cose inizieranno a equilibrarsi un po' di più, e allora sarà lotta vera tra i piloti di queste tre squadre.
E comunque ecco - e questa sarà l'ultima volta che non si considererà in questi giudizi HRT, Lotus e Virgin - i più e i meno da Sepang:

Piloti
Efficace:

Vettel (per una volta - per quest'anno - non è in pole, ma in compensa si rivela letale proprio nei momenti  in cui l'anno scorso aveva dato qualche segno di debolezza: la partenza. Il Vettel 2010 è terribilmente deciso oltre che veloce, e l'apparente facilità con cui si porta in testa senza mai dare l'impressione di demolire gli avversari, ma semplicemente tenendoli a distanza è indice di maturità acquisita)
Buemi (sono ormai tre Gp che Buemi non sembra più essere la prima guida all'interno della Toro Rosso, questo fine settimana in Malesia mentre Alguersuari dava dimostrazioni di grinta e velocità lui se ne stava un po' in disparte senza mai offendere troppo.)


Combattivo:

Hamilton (ancora lui, a dir la verità anche il "nuovo" Algersuari meriterebbe di essere citato, ma la rimonta di Hamilton è ancora una volta uno dei motivi per cui è valsa la pena seguire il Gp. Aveva il pieno benzina come tutti, era soggetto alle stesse leggi della fisica di ogni essere umano, eppure come Lewis si è destreggiato nelle prima fasi di gara è stato da applausi a scena aperta.) 
Barrichello (già la Williams vista a Sepang non è sembrato un mostro in quanto a prestazioni, se poi uno si pianta in partenza, la vita diventa veramente impossibile, e la gara segnata)


Fortunato:

Hamilton  (chiamiamola fortuna, quella cosa per cui è stato graziato dai commissari, o stewards, per quello zig zag in pieno rettilineo talmente esagerato da far pensare a un colpo di sole.)
Alonso (si è preso le colpe della disfatta del sabato, e il sospetto è che sia stata una mossa più che altro politica. La domenica ha corso con il cambio che sputava marce a piacimento, non è stato certo un fine settimana fortunato per Fernando)

Auto
Efficace:

Red Bull (questa volta sono arrivate tutte e due, e davanti a tutti, non credo sia necessario altro per giudicarle le vetture più competitive dell'appuntamento malese)
Williams (al sabato con la pioggia e una tattica giudiziosa Barrichello e Hulkenberg sono riusciti a stare nel gruppo dei migliori, ma la domenica sull'asciutto la Williams vista a Sepang è stata quella che ha faticato più di ogni altra a rimanere in zona punti.)

Nessun commento:

Powered by Blogger.