Gp Malesia 2010: qualifiche

La aspettavano tutti con timore, e alla fine è arrivata. Ci ha pensato la pioggia, come sempre d'altronde, a mischiare ben bene i valori in campo, e lasciare le squadre e i piloti nell'incertezza più assoluta. Ci hanno pensato anche quelli del muretto Ferrari e Mclaren a risfoderare la tattica - il più delle volte rivelatasi disastrosa - dell'uscita ritardata. Mettere in saccoccia almeno un giro cronometrato no?
Appena partiti sembrava che la Q1 potesse svolgersi in condizioni da asciutto, con i piccoli team subito in pista, mentre i protagonisti del mondiale ai box aspettavano che la pista si gommasse. Ma ecco che cinque minuti dopo inizia a piovere, stravolgendo tutti i piani e mettendo i big nella curiosa situazione di rincorrere i piloti che di solito occupano il fondo dello schieramento. Red Bull e Mercedes riescono a salvarsi dal fattaccio, mentre Ferrari e Mclaren sbagliano tutto, facendosi eliminare clamorosamente alla Q1. Solo il campione del mondo Jenson Button sembra riuscire a passare alla Q2, ma poi commette una escursione di pista e si insabbia, abbandonando ogni speranza nella sabbia.
Con molti protagonisti fuori gioco, la Virgin approfitta per piazzare Glock in Q2, e le qualifiche proseguono. I piloti cercano di conquistare la posizione più alta possibile mentre una leggere pioggerella bagna la pista. La Force India e La Williams appaiono in gran forma, mentre il solito Kubica salva nuovamente la Renault. Schumacher entra in Q3 per un soffio.
Appena iniziata l'ultima sessione di qualifiche scatta la bandiera rossa. Il tempo è peggiorato e la commissione FIA decide di sospendere momentaneamente la qualifica. Dieci minuti dopo tutto può ripartire con i piloti in assetto da bagnato. Tutti tranne uno, Mark Webber. Il pilota australiano è l'unico a giocare la carta delle gomme intermedie, e se in un primo momento pare una mossa sbagliata, la pista negli ultimi muniti va' asciugandosi, e Webber così riesce a conquistare la Pole Position. Dietro un Rosberg sempre più leader all'interno della Mercedes, terzo Vettel. Hulkenberg stupisce battendo Barrichello, Schumacher non va oltre la ottava posizione.
Domani quindi grande sorprese. Red Bull in cerca di vendetta, Ferrari e Mclaren costrette a una rimonta. In più una pioggia sicura protagonista. Gli ingredienti per un altro Gp entusiasmante ci sono tutti.
Qui sotto la classifica finale della Q3:

Posizione
Pilota
Team
Tempo
Mark Webber
RBR-Renault
1:49.327
Nico Rosberg
Mercedes GP
1:50:673
Sebastian Vettel
RBR-Renault
1:50.789
Adrian Sutil
Force India-Mercedes
1:50.914
Nico Hulkenberg
Williams-Cosworth
1:51.001
Robert Kubica
Renault
1:51.051
Rubens Barrichello
Williams-Cosworth
1:51.511
Michael Schumacher
Mercedes GP
1:51.717
Kamui Kobayashi
Sauber-Ferrari
1:51.767
10°
Vitantonio Liuzzi
Force India-Mercedes
1:52.264
(articolo di Riccardo Cangini)

3 commenti:

Telespalla Blog Sports and Races ha detto...

Gli ingredienti per un altro Gp entusiasmante ci sono tutti.
Concordo pienamente e spero .

gc.it ha detto...

e una bella tirata d'orecchie alla Ferrari

acorba67 ha detto...

errare è umano, perseverare è diabolico... e anche qualcos'altro!

Powered by Blogger.