Sorry Mister Merzario?

- Scusi signor Merzario , non ho capito bene , dove ha detto che avete lasciato le nostre auto?
Questa potrebbe essere stata la domanda che l'addetto alla riconsegna delle vetture della Hertz , la ditta di autonoleggio più famosa d'america, deve aver rivolto al pilota italiano, dopo che questi ha riconsegnato le chiavi - e solo quelle - delle due auto noleggiate, dicendogli che le vetture erano in mezzo all'oceano .
Si sta parlando, logicamente, degli anni '70, il periodo in cui è nata la Formula 1 moderna, i tempi erano diversi , quello che si faceva allora per le strade adesso non si può più fare, dai ricordi di tante ragazzate è uscito, tra gli altri , questo episodio, riemerso alla memoria per le esagerate critiche rivolte da parte prima dei solerti e inflessibili poliziotti australiani, poi dai giornalisti, ad Hamilton per una sgommata di troppo fatta all'uscita dell'autodromo di Melbourne .
Il bravo Arturo era a Daytona, Florida, per una gara e come al solito aveva noleggiato un'auto per spostarsi tra pista e albergo. Mica come adesso che i piloti arrivano in elicottero, a quei tempi tutti in auto e a volte erano obbligati   a uscire alle cinque per essere sicuri di arrivare al circuito per le prove del mattino . Con queste vetture noleggiate molti piloti si divertivano gareggiando a sgommare e fare testacoda. Arrivati sulle larghissime spiagge di Daytona, deserte e favoriti dalla bassa marea , Arturo e un altro pilota fecero a chi sarebbe riuscito ad andare più al largo. Il risultato? La vittoria di Merzario, il ritorno a nuoto verso riva, e appunto la perdita nell'oceano delle due vetture noleggiate.
Un gesto per molti versi analogo lo fece in un'altra occasione Jacques Laffite, che una notte al ritorno in albergo dove alloggiavano i piloti vicino al circuito del G.P. di Argentina, entrò nella hall con l'auto a noleggio, attraversò tutto lo stabile, uscì dall'altra parte dove c'era la piscina , e dentro di questa decise di parcheggiare. Il mattino dopo tutti i piloti scesero a guardare la faccia dei dipendenti e proprietari dell'hotel che discutevano su come c'era finita quella auto in fondo alla piscina e su come tirarla fuori.

(articolo di Adriano "TelespallaBlog")

Nessun commento:

Powered by Blogger.