Gp Spagna 2010: beati gli ultimi

Quinto appuntamento con la nostra speciale classifica. Una prova, quella spagnola, che non porta molti scossoni alla classifica ma che comunque la rende sempre più affascinante. Era chiaro come la HRT partisse con la possibilità di totalizzare un buon numero di punti e scavare così un divario importante rispetto ai suoi diretti antagonisti. Il vantaggio invece si è ridotto. Sia Bruno Senna che il capolista Chandhok non sono riusciti a terminare la gara, concludendo il week-end con zero punti. Una occasione ghiotta per gli avversari che hanno cercato di recuperare più strada possibile.
Infatti è il brasiliano Barrichello la vera sorpresa. Dopo una qualifica disastrosa recupera posizioni su posizioni e il massimo del punteggio non può che essere suo. Un bel bottino che lo fa risalire sino alla quinta piazza. Molto buona anche la progressione del russo Petrov. Costanza e pochi errori gli fanno guadagnare ben sei punti, più uno aggiuntivo per il giro veloce, superando il suo compagno di team Kubica. Il pilota dell'est sta crescendo molto bene, si prevede una sua conferma.
Anche le Virgin finalmente riescono a terminare la gara, ma non prendono molti punti visto che Alguersuari, autore di una gran partenza, si infila in terza posizione. E' probabile una loro risalita comunque, se mai riusciranno a mantenere l'affidabilità anche nei prossimi Gp.
Per quanto riguarda la classifica costruttori HRT, Lotus e Mclaren non perdono le loro posizioni, mentre fa un importante salto in avanti la Renault, quarta con appena un punto di distacco. I suoi piloti hanno il giusto talento e alla fine i risultati si vedono. La Virgin ancora lontana, paga lo scotto di non aver trovato subito la fondamentale affidabilità in pista.
Qui sotto classifiche aggiornate.


Per la Maglia Nera invece ci sono importanti cambiamenti dopo la gara di Barcellona. Trulli finalmente riesce a terminare la gara e, complice il ritiro di Chandhok, riesce a raggiungere in vetta alla classifica l'indiano della HRT. Si prefigge una lotta serrata per il primato. Kovalainen in Spagna non riesce nemmeno a prendere il via, e questo è il modo sicuro per non prendere nemmeno i punti della maglia nera.
Il fatti di aver terminato la gara premia la Virgin facendo salire di Grassi sino alla quarta posizione a pari merito con Bruno Senna, mentre anche Glock fa il suo debutto ingresso nella "Maglia nera".
Più per la sfortuna che per suoi "meriti" nella nostra classifica entra anche Lewis Hamilton. In pratica si è ritirato ma il fatto di aver completato più del 90% della gara gli permette di classificarsi nelle ultime. Ecco che quindi la "Maglia Nera" ha già l'onore di avere almeno uno dei due piloti dei big team, chi l'avrebbe mai detto.
Per i costruttori piccola ripresa per la Lotus mentre vi è il capolavoro Virgin. Un strepitoso balzo in avanti che la porta sino alla terza posizione, anche se il distacco con gli altri due è sostanzioso. Bene anche Williams, in declino la Toro Rosso.
Infine notare gli ultimi quattro nomi della classifica. Rappresentano perfettamente i gradi di forza delle 4 scuderie che si giocano il mondiale, ad indicare ancora una volta che queste classifiche dicono molto di più di quello che si pensa e aspetta.
A seguire classifiche aggiornate. Prossimo appuntamento giovedì prossimo.


(commento e classifiche a cura di Riccardo Cangini)

Nessun commento:

Powered by Blogger.