Gp Germania 2010: beati gli ultimi

Piccola rivoluzione in vista per la nostra speciale classifica. Forse visto l'imbarazzante dominio dell'indiano Karun Chandhok rispetto ai suoi avversari, la scuderia HRT ha deciso di non farlo partecipare né alla gara di Germania né a quella di Ungheria alle porte. Mossa inaspettata, che dà una bella scossa e rimette in dubbio il nome del vincitore finale. Certo, il vantaggio di punti dell'indiano è ancora importante, ma di questo passo tutto potrebbe diventare davvero incerto.
Il primo effetto dell'assenza di Karun la vediamo nei nomi dei piloti che oggi hanno l'onore di prendere punti nella "Beati gli ultimi". Il primo è Timo Glock con la Virgin, solo cinque posizioni recuperate, ma sufficienti per prendere il massimo del punteggio. Secondo il nostro Liuzzi che nel suolo tedesco compie una gara di fondo ma discreta nonostante la difficile posizioni di partenza in griglia. A seguire il russo della Renault Petrov, e il campione inglese della Mclaren Hamilton, autore tra l'altro del giro veloce. Compare per la prima volta nella "Beati gli ultimi" anche Michael Schumacher, autore di una bella partenza che gli ha permesso di recuperare parecchie posizioni.
Nella parte media della classifica vi è stato un totale rimescolamento dei valori, con ben sette piloti racchiusi in un distacco di appena due punti. Questo a indicare quanta competizione vi è anche in questo campionato. Benissimo Liuzzi che scala la classifica e raggiunge la quinta piazza. Per le posizioni di testa nulla di invariato, a parte quello zero di Karun che interrompe bruscamente la sua scia di punti consecutivi. Un peccato averlo perso, speriamo che la sua assenza sia solo momentanea. Nella classifica costruttori balzo in avanti per Virgin e Force India.
A seguire le classifiche aggiornate della "Beati gli ultimi":



MAGLIA NERA

L'assenza di Karun si fa sentire anche qui, con Trulli che aveva la ghiotta occasione di recuperare quei dieci punti di distacco che lo separano dalla vetta della classifica. L'italiano della Lotus però non riesce a terminare la gara e tutto rimane invariato. Peccato, ma vi è ancora l'Ungheria per sperare.
Molto bene l'altro pilota della HRT Senna, che conquista nove punti preziosissimi in grado di portarlo nella parte alta della classifica. Il campionato costruttori sembra proprio essere nella mani della scuderia spagnola.
In risalita anche la Virgin con Timo Glock, l'obbiettivo è certamente il secondo posto finale sia nella classifica piloti che costruttori.
Anche la Force India in Germania fa un bel balzo in avanti, ritrovando la via dei punti con entrambi i suoi piloti. Non sarà forte come l'anno scorso ove dominava con il buon Giancarlo Fisichella, ma sembra non ci sia nessuna voglia di sfigurare nemmeno per questo 2010. Toro Rosso invece in difficoltà, pressata dalle scuderia debuttanti che chiedono a gran voce il suo posto nella parte alta della classifica, vedremo nei prossimi appuntamenti come la scuderia di Faenza si difenderà.
A seguira entrambe le classifiche aggiornate.


E con il Gp di Germania è veramente tutto.


(commento e classifiche di Riccardo Cangini)

Nessun commento:

Powered by Blogger.