Il quarto moschettiere

Insiema a Trintignant, Behra, e Simon, ha formato, tra la fine degli anni quaranta e la metà degli anni cinquanta, la squadra Gordini, quelli che venivano chiamati i Moschettieri, come nel romanzo di Dumas.
Robert Manzon veniva considerato il quarto, probabilmente perchè a differenza degli altri tre fu quello che vinse meno meno corse, e quelle che vinse non rientravano tra le più prestigiose.
Certo le Gordini all'epoca non erano le macchine da battere, soprattutto di fronte ad Alfa Romeo e Ferrari, cosi capitava spesso al buon Robert di partire in fondo alla griglia. Questo gli permise di sviluppare una tecnica tutta particolare di partenza: in pratica iniziava a muoversi lentamente dal fondo della griglia non appena vedeva la bandiera dello Starter sollevarsi, finendo per arrivare in prossimità delle prime file al momento del via.
Nel 2010 probabilmente la sua "tecnica" avrebbe avuto vita decisamente breve, ma all'epoca i semafori erano buoni per i centri delle città, e i sensori annegati dell'asfalto si faceva fatica persino a immaginarseli; per cui le partenze "accompagnate" di Manzon si ripeterono così spesso da essere considerate una vera e propria caratteristica del pilota.

Nessun commento:

Powered by Blogger.