GP Corea 2010: qualifiche

Cambiano i circuiti, cambiano i paesaggi, cambiano i problemi, ma in qualifiche il risultato è sempre quello. Per la nona volta stagionale Sebastian Vettel conquista la pole position. Sul giro veloce questo tedesco tutto pepe e' davvero incredibile. Riesce a sfruttare appieno la sua vettura, interpreta al meglio le curve, e dimostra al mondo intero che il futuro della Formula 1 è lui. Si può capire il perché la Red Bull non voglia più fare a meno di lui. Una pole guadagnata non tanto grazie alla superiorità del mezzo, quanto ad una perfetta strategia e abilita' di guida. La Red Bull qui in Corea non sembra quella macchina imbattile in stile Giappone o Ungheria, quindi questo risultato e' merito anche della grinta dei suoi piloti.
Molto bene anche Webber, secondo, dietro al compagno di squadra Vettel per un decimo. L'australiano sta dimostrando maturità e convinzione perfette per vincere un mondiale. Veloce quanto basta, pacato nell'affrontare i problemi e dannatamente sicuro di se'. Questo titolo mondiale lo vuole, e più il tempo passa più se lo sta' meritando. Qui in Corea c'è poi Alan Jones come giudice di pista, chissà che non riuscirà a trarne la dovuta ispirazione per avvicinarsi al titolo.
Fernando Alonso è terzo, né sorpreso né felice. Aveva già messo probabilmente in conto che in qualifica sarebbe stato quasi impossibile rimanere davanti a tutti, ma domani l'unica carta rimasta sembra quella di una gara in attacco. La partenza sarà davvero cruciale e non si dovrà sbagliare niente, visto che il compagno di squadra Massa (sesto) è troppo indietro per potere dare una mano.
Hamilton finalmente riesce ad affrontare un turno senza nessun problema, anche se oltre il quarto posto non va. Ottimo risultato, ma la Mclaren e' parsa molto più performante e il potenziale non e' stato sfruttato appieno. Il compagno di squadra Button è addirittura settimo, segno che qualcosa non ha girato nel verso giusto.
Chi invece può solo che sorridere è Nico Rosberg. Al volante di una Mercedes oramai abbandonata e priva di sviluppi, segna un quinto tempo davvero ottimo. Il rampollo di casa Rosberg sta dimostrando grandi cose, con una macchina competitiva chissà cosa potrebbe fare. Schumacher invece è nono, arretrato e perennemente intento a litigare con Barrichello. Kubica ottavo con la Renault, un po' sotto le aspettative, ma sempre e costantemente tra i primi dieci.
La gara quindi si presenta come un'intensa sfida tra Alonso e il duo Red Bull. L'obiettivo è il titolo - anche se per qualcuno domani sarà già un successo eliminare uno dei cinque dalla lotta -  e solo uno lo conquisterà. Che vinca il migliore quindi.
A seguire la classifica della Q3.

Pos  Pilota         Team                      Q3
 1.  Vettel         Red Bull-Renault       1:35.585
 2.  Webber         Red Bull-Renault       1:35.659
 3.  Alonso         Ferrari                1:35.766
 4.  Hamilton       McLaren-Mercedes       1:36.062
 5.  Rosberg        Mercedes               1:36.535
 6.  Massa          Ferrari                1:36.571
 7.  Button         McLaren-Mercedes       1:36.731
 8.  Kubica         Renault                1:36.824
 9.  Schumacher     Mercedes               1:36.950
10.  Barrichello    Williams-Cosworth      1:36.998

Nessun commento:

Powered by Blogger.