La griglia ideale

Certo organizzare una sessione di prove dove far sfogare una decina o poco meno di giovani piloti è comunque una buona idea, si salva la faccia del carrozzone, si fa vedere che la Formula 1 è una disciplina "quasi" sportiva che ha nei giovani la logica linfa per il proprio futuro, e tante belle favole. Poi vai vedere all'interno dei meccanismi che regolano il micro-macrocosmo di una squadra di Formula 1 e ti rendi conto che per motivi economici e di risultati immediati - i tempi in cui Enzo Ferrari si poteva permettere di scegliere lo sconosciuto Gilles Villeneuve per sostituire l'icona Niki Lauda sono lontani anni luce - il futuro di queste nuove leve indipendentemente dalle loro prestazioni non sembra dei più rosei.
Partiamo quindi da quella che molto probabilmente sarà la griglia di partenza di un ipotetico Gp del 2011, e, senza porre limiti a fantasie e desideri sfrenati, vediamo in che modo la si potrebbe migliorare con qualche taglia e cuci qua e là:

Red Bull Racing-Renault
1. Sebastian Vettel
2. Mark Webber 
Coppia che vince non si cambia. Viene da tenerla così com'è, sia perché, ovviamente, Vettel è il presente-futuro della Formula 1, sia perché bisogna dare una seconda possibilità a Mark Webber.

McLaren-Mercedes
3. Lewis Hamilton
4. Jenson Button
Anche qui vale un po' lo stesso discorso fatto per i due Red Bull, meglio non cambiare nulla: Hamilton è un bene per la Formula 1 da non perdere assolutamente, e Button è comunque uno che di riffa o di raffa è sempre lì a lottare per il primato.

Scuderia Ferrari
5. Fernando Alonso
6. Felipe Massa Jules Bianchi
Qui iniziano a manifestarsi i primi desideri di cambiamento: quanti anni saranno necessari a Massa per uscire dallo stato di "promessa"? Tanti, troppi, forse uno come Jules Bianchi, se non più punti, garantirebbe comunque con la sua voglia e grinta da debuttante un fastidio in pista più reale per gli avversari e magari un aiuto più credibile per Alonso.

Mercedes GP Petronas
7. Michael Schumacher Valltteri Bottas
8. Nico Rosberg
Anche se la Mercedes 2011 dovesse rivelarsi quella che è stata la RB6 nel 2010 cosa cambierebbe? Ma soprattutto cosa cambierebbe se per caso Schumacher dovesse vincere qualche gara? Ormai il mito è incrinato, la Formula 1 è cambiata, anche se certi numeri saranno difficilmente raggiungibile da chiunque. Certo che sarà anche interessante vedere se nel 2011 si realizzerà la tanto attesa riscossa del sette volte campione del mondo, ma Bottas potrebbe essere una scommessa interessante affiancato a uno di sostanza come Rosberg

Lotus-Renault
9. Robert Kubica
10. Vitaly Petrov
Coppia assolutamente da non toccare, Kubica perchè rimane uno dei pochi in grado di fare la differenza al volante di una Formula 1; Petrov perchè un anno di appello per lui è più che giustificabile.

Williams
11. Rubens Barrichello
12. Pastor Maldonado
In casa Williams Barrichello è praticamente d'obbligo, perché con Maldonado, atteso esordiente, la presenza di un uomo di esperienza e raccogli piazzamenti come il brasiliano è fondamentale.


Force India F1 Team-Mercedes
14. Adrian Sutil Paul di Resta
15. Vitantonio Liuzzi Nico Hulkenberg
Ecco la prima coppia da "rottamare". Mi spiace infinitamente per Liuzzi, uno che in Formula 3000 nel 2004 ha bastonato il mondo intero, e che ha debuttato in Formula 1 andando a punti al debutto a Imola nel 2005, ma non si può dire che l'italiano nella sua carriera non abbia avuto le sue belle chances. Stesso discorso per Sutil, e un cambio di piloti potrebbe fare solo del bene alla Force India.

Sauber F1 Team
16. Kamui Kobayashi
17. Sergio Perez
Kobayashi rappresenta uno degli intoccabili, uno che magari vincerà molto poco nella sua carriera, ma che è un vero e proprio spot vivente per la Formula 1. Insieme a Perez potrebbe rappresentare per Peter Sauber una coppia d'assalto di rara efficacia e spettacolarità.

Scuderia Toro Rosso-Ferrari
18. Sebastien Buemi Daniel Ricciardo
19. Jaime Alguersuari Jean-Eric Vergne
Ammetto che la "rottamazione" della coppia Buemi-Alguersuari può sembrare un po' forzata, ma la tentazione di vedere due come Ricciardo e Vergne in Formula 1, giustifica ampiamente la sostituzione. Una coppia di ragazzi che "minacciano" di essere da subito fenomeni da prime file.

1Malaysia Racing Team
20. Heikki Kovalainen Davide Rigon
21. Jarno Trulli
Una bella coppia italiana per una squadra che potrebbe fare il salto di qualità nel 2011. Rigon ha vinto ogni tipo di campionato nelle formule cosiddette propedeutiche, insieme a Trulli rappresenterebbe il giovane e il "vecchio, sarebbe veramente una bella coppia.

HRT F1 Team-Cosworth
22. Sakon Yamamoto Karun Chandhok
23. Bruno Senna Davide Valsecchi
Chandhok ha dato sempre una sensazione di solidità pur guidando una specie di carro, e non ha certo meritato il taglio subito nel 2010. Certo anche bocciare subito Senna sembra un po' forzato, ma sarebbe interessante vedere Valsecchi, perché potrebbe essere il caso di quei piloti che sfondano definitivamente solo una volta arrivati in Formula 1, ultimo caso dei quali è stato Kobayashi.

Marussia Virgin Racing
24. Timo Glock
25. Lucas di Grassi
Glock nel 2010 ha provato - perlomeno in gara -  a respirare l'aria dei "normali", una riconferma nel 2011 è doverosa. Per di Grassi tanti e troppi problemi di affidabilità non gli hanno permesso di esprimersi in nessun modo, e ha bisogno di un anno di appello.

Ovvio che le cose rimarranno così come sono, Massa e Schumacher non solo manterranno il loro posto nel 2011, ma addirittura arriveranno primo e secondo nel campionato del mondo; Alonso farà gioco di squadra a favore di Massa;  Newey sbaglierà clamorosamente la RB7; il prossimo Gp di Corea si correrà sotto la neve; e il mondo sarà senz'altro migliore...

Nessun commento:

Powered by Blogger.