Per pochi centimetri

Gli ultimi anni della BRM in Formula 1 furono una lenta agonia: macchine poco competitive, decisioni tecniche e sportive parecchio discutibili, questi e anche altri  fattori portarono al dissolvimento una squadra che aveva costruito, e magari avrebbe potuto costruirne parecchie altre, pagine importanti nella storia della Formula 1.
Il modello P207 progettato per la stagione 1977 avrebbe dovuto rappresentare l'arma per un rilancio in extremis della casa inglese. Le prime prove in verità non sembrarono così promettenti, ma il pilota Larry Perkins era carico, e convinto comunque di poter dare il massimo: dopotutto BRM era ancora un nome che faceva vibrare parecchi cuori nella terra di Albione.
Peccato che mai iniziò di stagione risultò cosi disastroso come quello del 1977: infatti una volta impacchettata la P207 nell'apposita cassa in modo da poterla spedire via aerea in Argentina per la prima prova del campionato del mondo, si scoprì solo all'aeroporto che per pochi centimetri la cassa non poteva essere caricata sul cargo.
Risultato? La BRM non poté nemmeno presentarsi al via del Gp d'Argentina, e in fondo una stagione iniziata così non poteva che rivelarsi come l'ultima in Formula 1 della gloriosa casa inglese.

Nessun commento:

Powered by Blogger.