Non gettate le bottiglie dal finestrino

Parliamo di Patrick Depailler, scanzonato, spericolato dentro e fuori l'abitacolo, spirito estremamente libero, dotato di un'umanità e di una simpatia trasparente che lasciò un segno profondo in tutti coloro che ebbero l'opportunità di conoscerlo.
Rimangono nella memoria collettiva i suoi funambolismi al volante della Tyrrell P34, quella a sei ruota. Con lui e Peterson compagni di squadra nel 1977, in Tyrrell si diceva:
-...di dodici ruote ce ne fosse una che va dritta!
Era dotato anche di uno spiccato senso dell'umorismo, e quando a Watkins Glen, nel 1975, si vide sparato sulla sua Tyrrell una bottiglietta di metallo persa dalla Hesketh di James Hunt, una volta rientrato ai box, si diresse verso l'inglese intento a rispondere alle domande di un giornalista, e con un sorriso a trentadue denti si limitò a dire:
- Ehi, lo so che non ti sono tanto simpatico, ma non è necessario lanciarmi pezzi di ferro addosso per farmi andare via.

Nessun commento:

Powered by Blogger.