Il Concorso Panrusso

Nel 1925 la Russia aveva parecchi problemi da risolvere - di natura prettamente economica e politica -  ma a quanto pare l'automobile era in cima alla lista delle priorità dei gerarchi dell'epoca. Industrie nazionali non ne esistevano, non di meno era necessario adeguarsi alla "moda" imperante in Europa e in Nord America dell'automobile, anche per accompagnare ogni possibili futuro sviluppo economico, e quindi perché non organizzare ad hoc una cosa tipo piano quinquennale in pieno stile sovietico? Le autorità russe si inventarono così "Il concorso panrusso" che dietro il nome vagamente fantozziano nascondeva la necessità di acquistare semplicemente la migliore macchina prodotta in quel periodo e che si articolò in una prova di resistenza e velocità da cui si sarebbero scelte le vetture destinate a calcare le sterminate e alquanto malmesse strade sovietiche.
Fiutando il grosso affare il meglio dell''industria dell'epoca aderì all'iniziativa: Fiat, Mercedes, Citroen, Sunbeam, Studebaker, Packard, Lincoln, Cadillac e parecchia altre. L'itinerario prevedeva 5364 chilometri da Leningrado a Mosca, a Tiflis, per concludersi ancora a Mosca. Le strade erano in condizioni terribili, il 70% del percorso sarebbe stato pianeggiante, il 19% strade montagnose, l'11% su viottoli campestri buoni per asini o affini. Il raid doveva essere compiuto in 22 giorni, nelle soste ogni automezzo sarebbe stato sorvegliato e alla fine della prova sarebbe stato sottoposto a verifica da apposita commissione tecnica, su ogni mezzo sarebbe stato presente poi un commissario per accertarsi del valore della vettura e della correttezza del guidatore. Insomma, niente saloni dell'automobile, concessionari o roba simile, ma un assoluto criterio scientifico, mica paglia (se il KGB è nato da quelle parti un motivo ci sarà pur stato).
Il mattino del 18 agosto del 1925 la Piazza del Palazzo d'Inverno di Leningrado è riempita dai 250 concorrenti e da una folla immensa di quelle che si vedono solamente in certi filmati in bianco e nero di inizio ventesimo secolo. Al via la Fiat 519 di Cagno conquiesta subito la testa del plotone davanti alle Mercedes. La pioggia complica ancora di più le cose trasformando in palude le strade in terra battuta . La Mercedes di Ziedler finisce in un fosso, e a minacciare la supremazia di Cagno ci pensano le corazzate americane Studebaker e Packard.
Il 22 settembre alla fine del massacrante percorso la Fiat 519 di Cagno si presenta per prima sulla piazza del Cremlino a Mosca, aggiudicandosi il concorso senza ricevere nemmeno un punto di penalizzazione.
Il trionfo Fiat è impressionante, soprattutto se si vanno a vedere poi i dati statistici comunicati dai solerti organizzatori: 92 rotture di molle di sospensione; 5 rotture di cambi di velocità; 8 rotture di meccanismi dello sterzo; 20 motori fuori uso; 30 guasti ai telai; 440 sostituzione di pneumatici.
Quindi da domani siate molto orgogliosi della vostra Fiat Punto.

2 commenti:

Telespalla Blog Sport and Race ha detto...

Ah ah ah ... siate molto orgogliosi della vostra Fiat Punto .
Mitico ...

milo temesvar ha detto...

Vale anche per chi dovesse avere una Duna?

Powered by Blogger.