Gp Cina 2011: qualche grafico

Rieccoci con i grafici relativi al GP. Gara cinese piena di motivi di interesse e parecchi scambi di posizione. Guardando il grafico delle posizioni in gara partiamo dalla rimonta di Webber che, dopo un avvio non proprio promettente, a partire dal 16° giro inizia la cavalcata che lo porterà sul gradino più basso del podio. Da sottolineare anche la gran partenza di Michael Schumacher che almeno in queste fasi dimostra di non sentire gli anni: da 14° a 9° in un paio di giri. In contrasto invece il precipitare lento e inesorabile delle due Toro Rosso e delle due Force India, segno che i valori espressi dalla Q3 - con le anomalie Webber, Schumacher e le due Renault attardate - non sono stati confermati in gara. Per Perez una brutta partenza, seguita da un tentativo di risalita vanificato dall'errore in pista e da un paio di drive-through che hanno definitivamente rovinato la sua gara.

You need to upgrade your Flash Player



Passando al grafico dei tempi sul giro è interessante visualizzare le curve dei primi tre: si vede come i tempi di Hamilton seguano a turno prima quelli di Vettel e poi con la tattica delle tre soste riesca a girare quasi a livello di Webber che nella parte finale di gara si scatena agguantando il terzo posto in extremis. Da notare anche la lenta involuzione dei tempi di Vettel dal 24° al 29° giro. Cosa che ha decretato probabilmente la bontà della strategia a tre soste - iniziata al sabato con un unico tentativo di giro veloce durante la Q3 - di Hamilton.
Il confronto tra Massa e Alonso è abbastanza impietoso, questa volta però - caso strano e vien da dire preoccupante per Maranello - a favore di Massa. La linea del brasiliano è inesorabilmente più bassa rispetto a quella di Alonso, certo impegnato in un paio di lotte all'ultimo sangue con Schumacher, ma era parecchio che non si verificava un evento del genere. Crisi di Massa negli ultimi giri ma sostanzialmente in Ferrari questa volta il rendimento migliore è stato quello del brasiliano.
Interessante anche il parallelo tra i grafici dei due della McLaren, stessa strategia, ma dopo il secondo cambio gomme rendimenti molto diversi; e quello dei due in Mercedes, con Rosberg quasi sempre più veloce di Schumacher, anche se il tedesco ha dovuto lottare parecchio in quasi tutte le fasi di gara.
Per finire vediamo anche il fondo del gruppo: tra i quattro della HRT e Virgin il rendimento migliore sembra quello del debuttante d'Ambrosio, mentre dalle linee intrecciate arriva la conferma di come la Lotus sia arrivata ormai a livelli di Williams, Toro Rosso e Force India.

You need to upgrade your Flash Player



Ognuno può farsi il parallelo che vuole, basta selezionare o deselezionare il pilota preferito. E anche questa volta con i grafici è proprio tutto.

Nessun commento:

Powered by Blogger.