Estremismi

Ci siamo abituati bene in questi ultimi anni, con mondiali vinti sul filo di lana, tra due, tre, addirittura quattro piloti nel 2010. Le cose non sono sempre andate così, le gare di Formula 1 nel corso dei decenni si sono evolute, o involute, o semplicemente adattate ai tempi, passando da gare più simili a prove che adesso sarebbero catalogate come di durata a gare praticamente sprint.
Visto il trend di questi ultimi tempi sarebbe interessante immaginare le reazioni del pubblico e dei media se nel 2011 si ripetesse quello che è successo nel GP d'Australia del 1995 e in quello di Spagna del 1969.
Basta vedere le classifiche di fine gara di questi due appuntamenti per rendersene conto:
GP Australia 1995, 1° classificato Damon Hill su Williams, 2° classificato Olivier Panis su Ligier Mugen a 2 GIRI
GP Spagna 1969, 1° classificato Jackie Stewart su Matra, 2° classificato Bruce Mclaren su Mclaren a 2 GIRI, 3° Jean Pierre Beltoise su Matra a 3 GIRI.
Senza contare il Nurburgring del 1968 in cui Stewart vinse con 4' di vantaggio su Graham Hill, il quale andò in testacoda, la macchina gli si spense, perse un minuto per farla ripartire a spinta, e conservò lo stesso il secondo posto.
Qualcuno si immagina i titoli dei giornali e le discussione sul web dopo una cosa del genere?

2 commenti:

Telespalla Blog Sport and Race ha detto...

Poteva succere anche a Schumi a SPA , ma Coultard ... eh eh eh

acorba67 ha detto...

vero, vero...

Powered by Blogger.