La destra-sinistra di Mirabello

Parecchie cose sono accadute in questi ultimi giorni: si parte dall'offerta di News Corporation e Exor per l'acquisto dalla CVC dell'intero Circus; al terremoto tecnico in Williams in cui Sam Michael se ne andrà a fine anno, Patrick Head viene dato come sul punto di ritirarsi ma lui non sembra averne proprio intenzione, la spia McCoughlan si ricicla nel team del vecchio Frank dopo il purgatorio in Nascar... senza ovviamente considerare la sequenza di comunicati stampa in cui praticamente tutti i team annunciano profonde modifiche alle proprie vetture per la gara di Instanbul
Essendo il GP alle porte, quello di Turchia, una corsa con lo stesso fascino e tradizione di un gara da corrersi nel parcheggio dell'Ipercoop di Mirabello - a dir la verità da quelle parti esiste una destra-sinistra in ingresso parcheggio parecchio impegnativa sopratutto con il calar del sole - i siti di mezzo mondo si stanno dando da fare per trovare motivi per andare in Turchia a correre - nazione fantastica da visitare intendiamoci - e in quest'ottica negli ultimi giorni hanno un po' tutti pompato la famigerata "Curva 8".
"Entusiasmante", "eccitante", e tante belle parole, "un classico" - classico?!! forse tra qualche anno quando il GP di Turchia non ci sarà più allora ci si ricorderà di Istanbul come di un "classico posto in cui non andare a correre" - addirittura da qualche parte si parla di prova suprema per i piloti: certo impegnativa lo è, ma vai a spiegare a Liuzzi, Glock e d'Ambrosio cosa se ne possono fare della propria sensibilità di guida al volante di una HRT o una Virgin persi nel mezzo di una curva raggomitolata su se stessa che ha senso solo nella mente del tizio che l'ha progettata. E spiega anche qual'è il contributo di una curva del genere al concetto di "racing" e lotta con l'avversario.
Sono state scritte pagine intere corredate da dati tecnici, velocità di percorrenza, forze laterali, frecce, traiettorie, tempi, tanti argomenti da far pensare che forse così affascinante e fantastica questa benedetta "Curva 8" non lo è se è necessario tirare fuori tutti questi numeri per esaltarne l'esistenza.  Con l'Eau Rouge, la Parabolica, la variante Ascari, la Woodcote a Silverstone, è mai stato necessario utilizzare formule matematiche per descriverne il fascino?
Tra qualche settimana arriveranno Montecarlo, Montreal, Silverstone e allora certe parole ritroveranno il loro significato.

Nessun commento:

Powered by Blogger.