Chi lo prende più?

Uno dei paradossi di questa stagione 2011 - oltre a quello determinato dal regolamento pro-sorpassi e penalizzazioni dei commissari contro-sorpassi - è che, a dispetto di una serie di gare decisamente spettacolari e appassionanti, il campionato del mondo di Formula 1 rischia di essere assegnato già a fine estate, con buona pace di tutti i discorsi su spettacolarità e interesse del pubblico.
La "colpa" ovviamente è di Sebastian Vettel, cresciuto a dismisura nella seconda parte del 2010 e perfezionatosi killer dall'istinto vincente in questo 2011. In grado di essere veloce e di controllare gli avversari, e ancora più convinto dei propri mezzi nelle prime prove della stagione.
Ma gli altri cosa stanno facendo? Poco in verità... chi può pensare di rovinare la festa di fine estate del tedeschino? Certo non quei simpaticoni e inguaribili ottimisti della Mercedes che puntualmente a ogni GP se ne escono con comunicati stampa deliranti su una competitività conquistata, ma mai dimostrata in pista, anzi; o Felipe Massa stordito e incapace di trovare l'equilibrio in pista perduto in quel di Budapest nel 2009. Probabilmente nemmeno il compagno di squadra Webber, ormai dato per disperso dalla disastrosa uscita di pista del GP di Corea 2010 e rassegnato a considerare la 2010 come la sua stagione migliore.
Rimangono tre nomi a cui aggrapparsi per sperare in una stagione combattuta sino all'ultimo: il genio Lewis Hamilton, che dopo aver sbagliato di tutto nella seconda parte del 2010 ce la sta mettendo tutta - è l'unico sin ora ad aver squarciato il cielo blu Red Bull sopra la Formula 1 - ma condotta in pista e tattica devono essere impeccabili se vuole mettere il muso davanti alla Red Bull numero 1; il suo compare in McLaren Jenson Button, che troppe volte si è trovato in una posizione di partenza penalizzante e ha passato la gara a recuperare terreno; e l'indomito Fernando Alonso, determinato sino alla cocciutaggine, ma prigioniero di una Ferrari capricciosa e sensibile alle mescole Pirelli come la un'adolescente viziata.
Riuscirà la restrizione regolamentare sugli scarichi soffiati a scombussolare i programmi della corazzata Red Bull? Vedremo, certo che se anche a Montreal dovesse vincere Seb...

Nessun commento:

Powered by Blogger.