Gp Europa 2011: i più e i meno

Gli avversari si avvicinano? Può darsi, ma intanto quello che vince è sempre lo stesso e quelli dietro cambiano ogni volta. Probabilmente è stato questo il pensiero comune di Vettel e Horner una volta tagliato il traguardo del GP d'Europa.
Rivoluzione indotta dai cambi regolamentari che a Valencia non si è proprio vista: ha vinto ancora il chirurgo Vettel, spietato, veloce, capace di dosare forze e macchina senza mai strafare, e alla fine quella che doveva essere l'inizio della fine per le lattine blu Red Bull si è trasformata nel sesto successo su otto gare di Seb.
La Ferrari ha confermato la propria predilezione per i circuiti anomali, e si porta a casa un prezioso secondo posto con il solito impareggiabile Fernando Alonso. Bella gara di Webber che ha pagato problemi tecnici nel finale, ma che ha corso senza fare errori e con ottimi tempi. Non male anche la gara di Massa, mentre le due McLaren sono state sotto le aspettative: Hamilton ha probabilmente corso con il freno a mano tirato e con addosso la pressione di non dovere compiere più errori; Button ha avuto guai al KERS e non ha ripetuto le belle prove di Montecarlo e Montreal. Rosberg salva in parte la Mercedes, grande Alguersuari e anche prova decisamente convincente di Adrian Sutil.
A Silverstone avremo la conferma degli effetti regolamentari sulla RB7, certo che la gara di Valencia non sembra dare molte speranze agli avversati, ma i tempi di Vettel fatti segnare nella P1 a Valencia con la RB7 in configurazione Silverstone sì...
Ecco comunque i più e i meno dalla gara di Valencia:



Piloti
Efficace:
Vettel (non c'è regolamento che lo possa fermare in questo momento. Seb è veloce, dopo l'errore di Montreal a Valencia non ha avuto uno sbavatura, chirurgico nel mantenere il vantaggio sull'inseguitore senza mai esagerare ma aumentando i tempi non appena una minaccia si profila alle spalle. Grandissimo: un Lauda dei tempi d'oro con un pizzico di velocità in più. Massa ha fatto il suo bel compito, gran partenza, e poi solo problemi ai box lo hanno privato magari anche di un posto sul podio. Perez è ritornato in pista è con la sua solita tattica da camionista ha sfiorato la zona punti. Menzione anche per Rosberg)
Petrov/Heidfeld (Boullier non ne può più di loro e non lo nasconde, nè nelle espressioni, nè nelle parole. Webber è dato come probabile pilota 2012, per Petrov e Heidfled non un guizzo in questo 2011. Per Button problemi tecnici ma anche una prestazione lontana anni luce da quelle di Montecarlo e Montreal)


Combattivo:
Alonso (secondo posto conquistato alla sua maniera, contro tutto e tutti, persino contro i propri box che lo relegano dietro Webber dopo il pit stop. Grandissima prova di Super Fernando, e con una forma così come non concedergli ancora una piccola speranza per il mondiale? Ottimo Sutil,  in piena crisi personale e che ha surclassato per tutto il fine settimana il compagno di Resta. Per Alguersuari una prova da leone con la minaccia di Ricciardo sempre più presente)
Hamilton (doveva arrivare in fondo, è partito con il freno a mano tirato, giudizioso certo, nessuno oggi potrà criticarlo per le sue manovre in pista, ma ormai il treno Red Bull - e Alonso - era andato; e anche lui. Anche per Koba - uno che di solito ha avuto il pollice verde - una gara proprio no)


Fortunato:
- (N.D.)
Button (la maledizione KERS questa volta ha preso di mira lui. A Webber invece è toccata ancora una volta la Red Bull guasta. Per Alonso e Massa prestazioni annacquate da una certa "lentezza" nei primi cambi gomme. Il povero Schumacher invece si è visto tritato il muso da Petrov: forse un errore, ma non certo un colpo di fortuna)


Auto
Efficace:
Red Bull (doveva lasciare Valencia con la coda tra le gambe, non ci fosse stato Super Fernando avrebbe portato a casa una doppietta. Adesso aspettiamo Silverstone, ma l'impressione che la RB7 non sia solo scarichi soffiati si sta confermando sempre di più. Ottima Ferrari, sicuramente dietro solo a Red Bull, anche se la pista era data come favorevole.)
McLaren (ovvio che in parecchi piloti in griglia pagherebbero per averla tra le mani, ma in quel di Valencia la MP4-26 è sembrata dispersa in mezzo a quel sole abbacinante. Mercedes invece ancora impegolata in un perenne purgatorio di cui non se ne vede proprio l'uscita. Da citare anche la Ferrari - parte box - perché i tempi in cui i piloti in rosso guadagnavano posizioni ai box è proprio passato: chiedere ad Alonso e Massa durante le prime soste ai box)

Nessun commento:

Powered by Blogger.