Arrendersi mai

L’imperativo è non arrendersi. Avere sempre e comunque fiducia nei propri mezzi e andare avanti, provando, scartando, osando, ma mai e poi mai gettando la spugna; anche se tutto l'ambiente motoristico oramai ti snobba e gli sponsor sono poco propensi ad apparire sulle tue fiancate.
Tutto questa fatica la Williams certo non se lo merita. Stiamo pur sempre parlando di una delle squadre più vincenti nella storia della Formula 1, in grado di segnare per davvero epoche intere, non solo con macchine velocissime, ma anche con piloti oramai leggendari. Piquet, Mansell, Prost, Senna sono solo alcuni dei nomi che si sono succeduti all’interno del box gestito da Frank Williams e Patrick Haead, due ancora oggi attenti al destino della loro creature e pronti a ogni sacrificio pur di non vederla sparire.
Onore quindi a loro, e un applauso per essere riusciti ancora una volta a portare a termine un accordo strategicamente azzeccatissimo con la fida compagna d'avventura Renault. Un matrimonio perfetto nel ricreare quel vitale interesse mediatico che sottolinea anche la grande rivoluzione in atto all'interno delle mura di Grove, tra persone in dimissione e nomi più o meno nuovi in arrivo. Sul fronte piloti, almeno per il 2012, la situazione pare già definita con il veterano Barrichello intenzionato a continuare l'ormai infinita avventura nella massima serie, e Maldonado confermato anche grazie ai preziosi soldi che porta il suo sponsor PDSVA.
Speriamo che il 2012 sia davvero il primo tassello di un qualcosa di grande, una vera e propria rinascita in grado di rendere giustizia e onore al passato, sconfiggendo ancora una volta un modo e mondo troppo freddo e lontano dalla parola riconoscenza.

Nessun commento:

Powered by Blogger.