domenica 4 settembre 2011

Lo stipendio di un clown

E' una di quelle storie che si sussurrano a bassa voce, non si sa mai che poi scoppi qualche scandalo di quelli sullo stile calcio, anche a trent'anni di distanza. La riportiamo adesso a 'mo di pettegolezzo, tanto per parlare un po' a ruota libera.
I protagonisti della novella in oggetto sono sua maestà Bernie Ecclestone e il "tormentato e tormentoso" - come le definì Enzo Ferrari -pilota argentino  Carlos Reutemann. 
Le vicende si svolgono in occasione del GP del Brasile del 1981 che in quell'occasione venne disputato per la prima volta sul circuito di Rio de Janeiro del Jacarepagua. Ecclestone si occupa ancora del team Brabham ma nello stesso momento ha "a cuore" le sorti del carrozzone per intero, dettando le regole - così come adesso del resto - con organizzatori e circuiti.
In occasione della prima apparizione della Formula 1 sul circuito del Jacarepagua a Bernie piacerebbe proprio che la folla potesse acclamare come vincitore l'idolo di casa, nonché pilota di punta della sua squadra, ovverosia il brasiliano Nelson Piquet.
Le prove sembrano promettere bene: in pole position si piazza proprio Piquet con la Brabham, ma al suo fianco c'è una vecchia conoscenza di Bernie. Carlos Reutemann su Williams, uno che a volte fa fatica persino a girare il volante, ma anche uno che se è in giornata diventa praticamente imbattibile.
Il giorno della gara piove ed Ecclestone non vuole correre rischi, per cui si vocifera - soprattutto in Argentina - che Bernie prima del via abbia avvicinato il pilota argentino proponendogli un accordo in vista della gara. Qui sotto in breve un riassunto del colloquio tra i due così come riporta la leggenda:
- Allora quanto vuoi per stare tranquillo?
- 100.000 Sterline.
- 100.000 Sterline?!!!
- Sì Bernie, come pilota vengo pagato circa 10.000 Sterline a gara, come clown però ne chiedo minimo  100.000.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0