Gp Giappone 2011: qualifiche

Promemoria per il sottoscritto: al prossimo scredito nei confronti di Vettel con la solita frase "è' la macchina", mostrare con fare soddisfatto il giro in qualifica targato Suzuka 2011. Perchè Sebastian, per l'ennesima volta, dimostra di valere in pieno quei due campionato del mondo vinti, racchiudendo in un unico giro precisione e follia.
Un capolavoro del tedesco, leone nel sfidare Suzuka con quelle traiettorie incredibili, sfiorando più di una volta il manto erboso senza lasciare mai l'acceleratore.
E' stata una pole - la dodicesima del 2011 per l'esattezza - tutta di talento, precedendo un duo McLaren in grado addirittura di far impensierire la coppia Horner-Newey.
La squadra di Woking ha portato un pacchetto aerodinamico che si è perfettamente sposato con i lunghi curvoni del circuito giapponese, riuscendo a rendere incerto una sessione di qualifica prima terreno di caccia Red Bull. Button riesce a condurre con più efficacia la cromata monoposto, precedendo comunque un Hamilton - alle prese con un problema di traffico con Schumacher e Webber, e secondo tentativo gettato al vento - che lentamente cerca di scrollarsi di dosso chiasso mediatico e inutili polemiche. Gli inglesi puntano a una bella vittoria, giusto per infastidire l'ovvia cerimonia iridata del tedesco.
La Ferrari invece si arrangia, sfrutta il massimo della propria vettura e annuisce alla frase: "terza forza". Persino un mastino come Alonso pare essersi rassegnato alla parte di co-protagonista, finendo lungo al primo tentativo e poi facendosi precedere da un - finalmente -  ritrovato Felipe Massa. Quarto posto per il brasiliano, quinto per lo spagnolo mentre il capotecnico Pat Fry chiama sull'attenti riguardo un esagerato consumo gomme.
Neanche la Mercedes può sorridere. Schumacher si piazza settimo senza segnare nessun tempo - "magie" della F1 moderna - mentre il biondo Rosberg chiude addirittura penultimo, impossibilitato a scendere in pista causa noie meccaniche. Bravo Kobayashi a piazzarsi settimo - perlomeno questo è quello che emerge dalle ultime decisioni della FIA - davanti al duo Lotus-Renault, appollaiati ai box senza neppure un giro cronometrato in Q3. Urge regola per questa faccenda.
Sveglia presto domani per una corsa interessante ed incerta. Poi - chi vuoie - con tutta probabilità andrà a festeggiare il fresco campione del mondo 2011.
A seguire la griglia della Q3, con il 10° posto di Kobayashi ancora in dubbio:

1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'30"466
2. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'30"475
3. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - 1'30"617
4. Felipe Massa - Ferrari - 1'30"804
5. Fernando Alonso - Ferrari - 1'30"886
6. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'31"156
7. Michael Schumacher - Mercedes - senza tempo
8. Bruno Senna - Lotus Renault - senza tempo
9. Vitaly Petrov - Lotus Renault - senza tempo
10. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari - senza tempo

1 commento:

Cangio91 ha detto...

RETTIFICA: Kobayashi partirà settimo per aver almeno iniziato un giro cronometrato.

Powered by Blogger.