lunedì 3 ottobre 2011

Sonnellino pericoloso

Il solito, incorreggibile, Nelson Piquet. Chiunque abbia lavorato con lui era destinato a essere vittima o complice degli innumerevoli scherzi di cui amava essere interprete.
La vicenda in questione si svolge durante il periodo di collaborazione tra BMW e Brabham. Vittima dello scherzo di turno è Paul Rosche, ingegnere tedesco progettista del 4 cilindri turbo che proprio con Piquet si aggiudicò il campionato del mondo del 1983.
Rosche aveva l'abitudine, dopo mangiato, di rinchiudersi all'interno della sua BMW serie 7 per schiacciare un pisolino di una ventina di minuti. Un'abitudine normale, ma non se ti ritrovi un tipo come Nelson Piquet Sr. nei paraggi.
Durante una sessione di test al Paul Ricard, Nelson, con la complicità di un paio di meccanici Brabham, costruisce un rudimentale fumogeno utilizzando un po' di gasolio e alcuni vecchi stracci rimediati dall'interno dei box.
Una volta assicuratosi della pesantezza del sonno di Rosche, Nelson piazza il fumogeno sui sedili posteriori, e dopo aver chiuso le portiere si premura anche di sigillarle con del nastro telato. Tutto il team venne invitato ad assistere al brusco risveglio di Rosche nell'abitacolo inondato di fumo bianco e alle sue urla di panico nel constatare la difficoltà nel trovare una via di fuga da quella situazione che un teoria doveva essere solo un semplice pisolino pomeridiano.
Share this post
 
Posts RSS Comments RSS Back to top
© 2011 Yet Another F1 Blog ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0