Scrivo di getto...


Scrivo di getto questo post, perchè in teoria oggi sarebbe giorno di grafici, ma chissenefrega dei grafici. Kimi Raikkonen è ritornato.
Bella roba probabilmente penseranno in tanti, sai che interviste e che noia sentirlo parlare. Ma chissenefrega anche delle interviste, l'ultimo maverick delle piste è ritornato.
Perché nella mente un poco malata di un appassionato come il sottoscritto, uno che va bene la scuola e l'amicizia, l'amore quello incontrato e quella lasciato, la vita vissuta e ahimè anche la morte incrociata, uno per cui rimane esperienza fondamentale di vita quella mattina di ottobre del 1976 in cui nello schermo lattiginosa Niki Lauda scese dalla sua Ferrari 312 T e, con Poltronieri che non riusciva a distingiere una Tyrrell a 6 ruote da un camion della frutta, disse basta; per uno così oggi è uno di quei giorni da ricordare. Proprio come quando tornò Niki.
Poi ci saranno i soliti giornalisti italici del piccolo schermo che riprenderanno i loro attacchi al limite dell'offesa personale, ci saranno i numeri a fare da giudici spietati nei confronti delle prestazioni in pista del finlandese, i grafici e tante belle cose che comunque val la pena di seguire, ma oggi nulla di tutto questo conta.
Oggi è semplicemente il "Kimi Day".
E non vedo l'ora che passi quest'inverno

2 commenti:

Telespalla Blog Sport and Race ha detto...

Completamente daccordo , mi spiace solo che uno come lui abbia trovato "solo" un sedile sulla LotusRenault .
Non sarebbe meglio avere un Massa in meno su una top Car e un Kimi in più ???
Che bella coppia Button-Hamilton e Vettel-Webber2010 , altra coppia fantastica sarebbe stata Alonso-Raikkonen .

acorba67 ha detto...

Che coppia sarebbe stata una Kubica-Raikkonen

Powered by Blogger.